domenica 30 settembre 2007

Rigassificatore

0 commenti - [Leggi tutto]
Nel siracusano sono diversi giorni (per non dire MESI) che si parla dello sviluppo dell'energia, da una parte con la storia dell'inceneritore di Augusta, da un'altra con la centrale Archimede, e infine con la storia ancora piu' longeva del rigassificatore.
Ma veniamo ai fatti specifici: stamattina alle 7 (come tutte le domeniche) sono andato da mia nonna per darle colazione & farmaci, prima di scendere dalle parti di piazza Adda (tecnicamente e' "Piazza Aldo Moro", ma lo sappiamo in pochi per questo ogni tanto mi ripeto), per fare colazione a mia volta.
Mentre gustavo il classico cornetto al miele seguito da un robusto caffe', ho guardato in giro nel bar notando che non c'era il giornale a portata di mano, per cui dopo un momento di iniziale disappunto ho deciso di andare io stesso in edicola e comprare "La Sicilia" (leggo poco i giornali, dato che preferisco internet, e principalmente infatti do uno sguardo all'edizione di Siracusa tanto per vedere che cosa e' successo di nuovo in citta', niente di piu'; lo legge di piu' mia madre. Questo e' il motivo per cui mi sta bene di dare un occhio al giornale al bar), per cui dopo aver pagato ed essere uscito dal bar, mentre fumavo una sigaretta ho guardato se intorno alla piazza se ci fosse un'edicola aperta, ma a vuoto...
Per cui, salito in macchina, ho iniziato a girare le tre-quattro edicole che conosco, trovando infine aperta quella prossima all'incrocio fra viale Teracati e via Costanza Bruno.
Entro, chiedo "La Sicilia" e l'edicolante, solerte, mi mette davanti al naso il giornale, imbustato nel cellophane assieme ad un corposo fascicolo di colore blu scuro non identificato, la cui copertina e' appunto coperta dal giornale. Ringrazio, esco e - salendo in macchina - apro il giornale notando che l'allegato (di solito ci sono supplementi culturali, sportivi o di altro scopo) altro non e' che una brochure della Ionio Gas, che vuole spiegare, come stanno facendo sia una campagna martellante di spot, sia il sito internet, come costruire un rigassificatore a Priolo sia un'investimento sullo sviluppo della Sicilia e tutta questa bella roba qua.
Io - come mi sono espresso in passato - non mi sento quasi mai contrario alle forme di sviluppo energetico sostenibili e - alla fine della fiera - un circuito per la vaporizzazione del metano liquido non e' chissa quale astruso stabilimento fumoso (e/o fumante) ed inquinante e pericolo etc. etc.
Pero' - come gia' detto diverse volte in passato, e lo ribadisco - e' necessario cercare di puntare non solo a forme di sviluppo dell'energia eco-compatibili ma, soprattutto, a forme di energia rinnovabili. Il metano, il carbone, le bucce di mandorle, l'olio combustibile etc. sono tutte fonti destinate a finire.
Si da tanto valore al gas naturale perche' non inquina [e ci credo: tutti gli idrocarburi bruciano producendo anidride carbonica ed acqua, e' fisica, mica magia (CH4+2O2 = CO2+2H2O)], ma ci si dimentica di considerare una serie di fattori, quali la capacita' termica (il metano mediamente 35,7J°K-1mol-1, contro ad esempio il propano che tocca i 73,6J°K-1mol-1) che non e' eccezionale: ci vuole una buona quantita' di metano per portare dell'acqua ad ebollizione (o vaporizzarla in una centrale termica), fattore che porta ad utilizzare spesso altri combustibili con potere calorifico maggiore. Il punto che in questi casi si perde d'occhio, pero' e' quello piu' importante: parliamo di combustibile, di combustione, di bruciare qualcosa che non viene fuori da un pozzo senza fondo.
Costruiamo un rigassificatore, perche' no? Mettiamolo in opera, diamo posti di lavoro etc. etc. Per quanto tempo? Dieci anni? Venti? Cinquanta? E poi? Quando "gas naturale" diventa un termine da enciclopedia?
Perche' non sfruttare le risorse che non mancano? Il sole, il vento, i rifiuti, il nucleare che dura decenni... In Italia non vogliamo il nucleare perche' siamo santarelli e dopo Chernobyl non vogliamo il nucleare? Bene! E poi compriamo energia nucleare in Europa! Geniale. Qual'e' il problema? Pensate che in caso d'incidente (non raro, oserei dire "impossibile" dato che non si puo' tenere Chernobyl come esempio: il reattore RBMK-1000 era, se mi consentite il francesismo, un cesso: nessuno osa neppure sognarsi di costruire un reattore nucleare che - lasciato a se stesso - tende per sua natura a divenire instabile, e "coefficiente di vuoto positivo" e' un concetto espresso sui libri di testo da studiare come in una facolta' di economia si studia la "truffa al commercio") le radiazioni rimangano fuori dai confini perche' abbiamo votato no al nucleare? Come disse Bruno Vespa qualche venerdi' fa alla radio, credete che se succede qualcosa di storto in una centrale nucleare francese, mettiamo al confine gli agenti della guardia di finanza che cosi' non fanno passare dal confine le particelle contaminate?
Non aveva ragione Beppe Grillo quando diceva: "E' come se dici a tuo figlio: non girarti gli spinelli, comprali gia' preparati". Smettiamola, una buona volta, con questi discorsi da bar sui rischi dell'uno o dell'altro meccanismo di produzione o immagazzinamento di energia.
PS: almeno la ionio gas e' stata onesta a dire che gli incidenti con i rigassificatori nel mondo ci sono stati, ma sono stati di piccola entita' (forse perche' l'ultimo a memoria personale lo hanno provocato due manovratori ubriachi fradici?), ma non me la sento neppure di zittire la campana di chi il rigassificatore non lo vuole, soprattutto in una sicilia battuta da terremoti ed altri fenomeni naturali, per cui vi consiglio di leggere, con la calma e la dovizia di pinze con cui vanno presi gli argomenti trattati da una campana piuttosto che un altra, non solo il sito di Ionio Gas, societa' costruita da Eni e Shell, ma anche quello del comitato contrario al rigassificatore.

sabato 29 settembre 2007

venerdì 28 settembre 2007

Birmania (2)

4 commenti - [Leggi tutto]
Nel leggere un po' non solo le opinioni ma anche i fatti che la stampa ed i blogger stanno riportando dalla Birmania [a proposito, ho cambiato anche il titolo del vecchio articolo e d'ora in avanti non usero il termine Myanmar, perche' sono d'accordo con chi dice "si chiama Birmania, non e' corretto dare seguito al governo militarizzato neppure nell'intenzione di cambiare il nome allo stato" (PS: oggi ho messo maglietta e pantaloni rossi, fa testo anche se e' l'uniforme aziendale?)], rimango sempre piu' amareggiato.
Putin ha approvato anche lui che il momento attuale non e' quello ideale per le sanzioni (allora ogni tanto qualcuno permette al criceto di far girare la rotella: credete veramente che in caso di sanzioni economiche, le stesse verrebbero pagate effettivamente dal governo in carica piuttosto che dalla popolazione gia' in ginocchio?
Oggi leggo sul portale mizzima che l'esercito ha aperto il fuoco deliberatamente sui manifestanti, a Pazuntaung; colpi di fucile automatico per disperdere 10 mila manifestanti.
La situazione sta sfuggendo di mano non solo alla giunta (no, non lo scrivo maiuscolo, vedi sopra) ma anche al consiglio di sicurezza delle nazioni unite: e' di oggi la notizia che si ha bloccato internet, che e' partita la caccia ai reporter (beh, restano ancora i radioamatori, voglio sperare, almeno come successe con Chernobyl), pero' dall'altro lato la giunta ha fornito il visto d'ingresso all'osservatore delle nazioni unite.
A proposito: in questo momento sul sito delle news delle nazioni unite non si parla dell'argomento, per dare maggiore risalto ad Iraq, Afganistan, Togo e Palestina. Forse questo dimostra che e' anche sbagliato approfondire un argomento scottante come questo solo perche' fa audience.
Certo: ci avviciniamo ad una rivolta ben peggiore di quella argentina. Ci avviciniamo ad una situazione di stallo da cui potrebbe saltare fuori un altro colpo di stato (no, non dei monaci, di sicuro) o scoppiare la guerra civile e ripetere la repressione nel sangue come avvenuto in passato (beh, attualmente ritengo che - prendendo con le dovute pinze le notizie sui morti a seguito di fucilate contro la folla, perche' non ci sono riscontri ufficiali al momento - la repressione nel sangue sia bellamente in corso, di fronte ad una comunita' internazionale che non puo' fare molto).
Non so che cosa ci riserva il futuro nello sviluppo di questi fatti, ma quantomeno mi trovo in parte d'accordo con Aghost che ci si stia speculando troppo sopra.
PS: io non chiudo il blog per questo. (-:

giovedì 27 settembre 2007

YANGON, Birmania

0 commenti - [Leggi tutto]
La situazione che si sta sviluppando nella ex Birmania mi ha incuriosito non poco, e date le poche notizie e le velate citazioni ho deciso di informarmi in maniera piu' completa possibile proprio sull'argomento.
La documentazione e' varia, non solo riguardo lo stato (da Wikipedia al sito ufficiale), ma anche riguardo i fatti di questi giorni (stamattina persino punto-informatico ha voluto citare alcuni siti e blog che stanno funzionando meglio sul fatto).
Il problema in questi casi, a mio parere, e' proprio l'affidabilita' dei mezzi di informazione, e come ho gia' visto in passato, ben poco c'e' da affidarsi ai mezzi italiani (un esempio per tutti? Le tv italiane parlano di cinque monaci uccisi, i siti internet internazionali invece ne confermano uno solo).
Voglio fare un'analisi veloce. Il problema principale, checche' se ne possa dire, come in molti altri casi, e' purtroppo la dittatura militare.
I militari hanno preso il potere diversi anni fa (le elezioni che ci sono state nel 1990, e che hanno decretato l'elezione quasi a furor di popolo del Premio Nobel Aung San Suu Kyi sono servite solo a confermare lo strapotere della dittatura militare, dato che i leader esistenti pensano bene non solo di ignorare la volonta' del popolo sul proprio leader, ma per di piu' con un altro colpo di stato sciolgono il movimento democratico e arrestano la stessa Sun Kyi).
Come il vecchio "buonanotte papa'" ci spiega, la dittatura e' sempre un'aberrazione non indifferente.
Ma voglio usare un pochino di cinismo in questo caso, perche' dopo gli ultimi fatti di cronaca riguardanti aumenti di tasse ed imposte immessi dal "governo" birmano, purtroppo ci vuole.
C'e' gente che campa con un dollaro al giorno, circa. In un mese prendono quanto prendo io per configurare una connessione alice con il modem in comodato.
C'e' stata gia' una rivolta repressa nel sangue alcuni anni fa (la famosa rivolta 8888) e il mondo ha preso visione di questo fatto con il solito sistema, che e' lo stesso che ha proposto nuove sanzioni internazionali.
Su questo pongo un punto fermo: in questo momento sarebbe piu' utile *ELIMINARE* le sanzioni internazionali che - comunque - verrebbero sic et simpliciter ricaricate sulle spalle della povera gente.
Ci vorrebbe un leader piu' carismatico all'ONU, abbastanza da dire: "Voi al governo del Myanmar siete gia' stati coinvolti in una repressione sul limite del crimine contro l'umanita', sappiate che se vi ripetete useremo il pugno di ferro". Ed essere pronti sia a mandare i caschi blu a svolgere funzioni di pubblica sicurezza, sia ad arrivare - se necessario - al commissariamento del governo dello stato.
Per ora le notizie almeno in un punto sono positive: grazie al veto cinese e russo non saranno inasprite le sanzioni, ma finche' il resto del mondo non si rende conto del rischio, saremo nello stesso pericolo.
In conclusione, non dimentichiamo che il paese - a maggioranza buddista - e' combattuto con gente che non ha piu' niente da perdere e monaci che - sicuramente - sono pronti ad accettare sia l'incarcerazione che la morte, per portare avanti la loro protesta. Questo nonostante le dichiarazioni del sito del governo che sostiene che invece gli stessi siano stati insultati dalla popolazione.

martedì 25 settembre 2007

Un lunedi' discutibile

0 commenti - [Leggi tutto]
Sabato mattina, come ho gia' raccontato, ho svolto un turno di protezione civile. Domenica mattina dopo essere stato da mia nonna per portarle la colazione sono passato al volo dall'associazione perche' c'era la porta della sede aperta.
Incontro un collega, al quale racconto brevemente del turno di sabato, che e' stato tutto a posto eccetera, e lui nel frattempo mi informa che sabato pomeriggio, mentre altri colleghi svolgevano la seconda parte del turno da un'altra parte, e' giunta una telefonata al presidente: suo fratello si e' sentito male dopo essere stato dimesso dall'ospedale, e intorno alle 17 si conferma che e' venuto a mancare. Lui e' diretto successivamente a casa dei parenti (dato che li conosce da tempo) per cui restiamo che nella tarda mattinata lo avrei contattato per avere specifiche delucidazioni sull'orario e il luogo del funerale.
Intorno all'ora di pranzo mi comunica la chiesa (San Corrado Confalonieri, alla Mazzarrona) e l'orario (lunedi' mattina alle 9:30).
Lunedi' mattina passo dall'ufficio, avvio un po' di computer e comincio un po' di lavoro, poi lasciando tutto acceso mi muovo e scendo in chiesa.
In chiesa, con disappunto, noto che dell'associazione siamo presenti solo in cinque o sei. Ad una domanda specifica a chi mi aveva informato del fatto, domanda che recita: "Siamo sempre i soliti quattro gatti; tu - ovviamente - hai chiamato tutti i soci per avvertirli?"
E che ho gli detto: figlio di bu%%%na?
Prima nota stonata e' infatti la reazione del collega che annuncia: "Ah, io non dovevo avvertire nessuno, sabato i ragazzi c'erano, la cosa la si sapeva, io non devo avvertire nessuno, la rava, la fava, questa e' maleducazione nei confronti del presidente, bla bla..."
E la cosa mi lascia interdetto, ma dato che siamo davanti alla porta della chiesa non voglio aprire discussioni.
Nel frattempo il presidente dell'associazione giunge in parrocchia (aveva dovuto allontanarsi per sbrigare delle carte), e quando lo intravedo, dato che quando siamo arrivati ancora non era in parrocchia, per prima cosa parto per salutarlo e fargli le condoglianze, annunciando: "Ragazzi e' arrivato il presidente".
Morale della favola: lo saluto, frase di circostanza, mi giro e i soci sono rimasti accanto alla porta della parrocchia che discutono fra di loro; e due.
Finisce la funzione e scappo per rientrare in ufficio, amareggiato dal comportamento dei soci (in particolare di chi avrebbe dovuto avvertire tutti gli altri).
Io, che sono agnostico, che lavoro e che ho lasciato un ufficio a fare in tredici e sono venuto, mi sono sentito preso in giro perche' eravamo quattro gatti, prima di scoprire che chi mi ha preso in giro non erano gli altri soci che, magari avvertiti non sono potuti venire, quanto piuttosto proprio chi ha dato a me l'informazione perche' l'ho saputa per caso.
E questo socio ha fatto fare anche una corona di fiori a nome dell'associazione, dicendo: "poi chi vuole partecipare alla spesa, ben venga" e probabilmente lo faro' anche io.
Pero' questa cosa mi da non poco fastidio, perche' non e' corretto. Non e' corretto nei confronti dei soci, e soprattutto non e' corretto nei cofronti miei, che se non avessi avuto la notizia in modo fortuito avrei fatto parte della categoria di soci "maleducati" che non s'erano presentati al funerale. E perche' se pur un bel gesto quello della corona di fiori, mi sarebbe piaciuto saperlo prima, e non trovarmi, come succedera' con molti altri soci, davanti al fatto compiuto.
E sopra ogni altra cosa perche' non e' la prima volta che si esime dal chiamare i soci (l'incendio di mezza provincia di Augusta lo seppi perche' passai dalla sede e trovai i soliti tre colleghi che accorrevano; basta che poi prima di natale ad una riunione si era proprio lamentato il fatto che i soci attivi sono sempre i soliti quattro gatti.
Ma dico io: ma si credono che fra volontari abbiamo tutti la sfera magica?
Ad agosto, una sera (verso le 23) c'e' stata un'emergenza dalle parti di cassibile. Ho lamentato il fatto di non essere stato avvertito: ero a Cisternazza a guardare stelle cadenti e ci sono rimasto fino a quasi le due di notte, ed avevo detto: piuttosto che tirare giu' dal letto qualche povero cristo che aveva lavorato tutto il giorno e magari l'indomani montava di mattina, provare a chiamare me che facevo mezze giornate, no eh?
Che ragionamento e' che i soci sapevano del fatto, che avrebbero dovuto informarsi loro sulla data del funerale? Perche' dobbiamo essere messi davanti al fatto compiuto? Perche' io che sono agnostico ho avuto modo di sospendere per un'oretta il lavoro e scendere in chiesa e gli altri nessuno si e' degnato neppure di avvertirli? E se non fossi venuto perche' pur sapendolo ero pieno di lavoro? Mi prendevo i commentacci come tutti gli altri che non sono stati avvertiti?
Avevo smesso di frequentare la mia prima associazione di protezione civile per una diffusa testadicazzaggine fra i soci, ma a quanto vedo i tempi cambiano, ma i figli della proverbiale madre degli imbecilli restano sempre.
Non e' la prima volta che succedono cose strane, e sicuramente non sara' l'ultima, ecco perche' so che lentamente la mia presenza in associazione si limitera' ad intervenire nelle emergenze e/o nelle manifestazioni non di carattere religioso (diamo per buono il pranzo di natale, nel quale comunque non seguo la messa, ma diamolo per buono per rispetto dei poveri piu' che del famoso Natale scritto maiuscolo).
Mi auguro solo che tutto questo serva a qualcosa, perche' se dovessi cominciare a notare anche quella velata strafottenza che mi ha fatto smettere anche di donare il sangue, a mandare tutti a quel paese e tornare a dedicarmi ad altri hobby, non ci vuole molto; e dire che avevo anche proposto per l'eventuale prossimo pranzo di natale di regalare il mio breve spettacolo di fuga dalla corda indiana (se siamo nella stessa scuola me la posso giocare apparendo dall'altro lato della sala).

domenica 23 settembre 2007

Commozione...

5 commenti - [Leggi tutto]
... ma non celebrale! (-:
Sono una persona fredda, ma a tratti divento un gran sentimentale, ci sono cose che mi commuovono facilmente ed altre che mi lasciano del tutto indifferente.
Dipende anche dal mio stato d'animo nel momento in cui mi trovo davanti ai fatti. Difficilmente la cronaca mi commuove: piu' che altro mi nausea, ponendomi come osservatore un po' troppo distaccato dei grandi fatti di cronaca e costume.
Alla fine di una pesante giornata (o di una pesante settimana) di lavoro mi piace ogni tanto pormi davanti ad un buon film, leggero e scorrevole se possibile (come ama dire un mio cliente in questo caso: "odio concludere la serata con un lacrimogeno"). Eppure mi capitano delle volte che, quasi in maniera masochistica, magari la domenica pomeriggio, decido di seguire apposta un film, o leggere apposta un libro, che so essere abbastanza pesante da riuscire a strapparmi le lacrime; poi dipende dalla scena o dalla situazione.
Bambi non mi ha mai detto nulla di che, con Toys mi sento alla fine sempre gli occhi lucidi, cosi' come con Risvegli o Rain Man.
Ma ci sono stati casi estremi [non mi prendete in giro, e' anche (ma non solo) per via degli animali coinvolti q-: ], come quando in "Koda, fratello orso" per la prima volta ho assistito alla scena in cui il piccolo Koda racconta di come ha perso la madre ad opera di un cacciatore (che e' Kenai stesso), oppure in "A.I." quando Teddy consegna a David la ciocca di capelli della madre che si era ricucito addosso diversi anni prima... sono stati i momenti in cui ho dovuto fare uso del pulsante "pausa" del lettore dvd.
Talvolta sento gli occhi riempirsi nuovamente pure a ripensare a certi film {mai lacrime piu' copiose che per "The Blair Witch Project" al cinema [ngueeee 10 mila lire buttate nel cesso!!! ))))-'; ]} o a certi libri.
Mi ha commosso leggere del funerale nel sesto libro di Harry Potter {non esageratamente, pero' [non vi voglio rovinare la sorpresa: non ve lo dico chi muore; ma sono sicuro che nella versione cinematografica si allagheranno le sale (-: ]}.
Pero' mi voglio spiegare: questo "masochismo" che mi spinge a vedere film di un certo spessore morale talvolta e' legato non tanto al fatto che mi sento male mentre sono disteso sul divano ed impegnato ad infradiciare fazzoletti, coperta e/o orsacchiotto, ma quanto piuttosto perche' dopo mi sento molto meglio, molto piu' sollevato.

E voi? Superate la linea del tabu' e ditemi: che cosa vi strappa le lacrime?
A parte la tipica botta col dito del piede contro lo stipite della porta quando si va al bagno alle 6 del mattino al buio ((-: quali film, libri, racconti, fatti di cronaca vi hanno veramente commosso? Magari da dover mettere il film in pausa?

PS: No, le lacrime con pausa da troppe risate (quali Kops, Alba dei morti dementi, Galaxy Quest o Rat Race) non valgono, siate sinceri che non posso essere sempre e solo io a fare il primo passo. ((-:

sabato 22 settembre 2007

Sempre operativo?

0 commenti - [Leggi tutto]
Ieri sera mentre combattevamo con MC per cambiare l'hard disk del suo portatile [non ci siamo riusciti: lunedi' proviamo a colpi di Norton Ghost del CD della mia mobo Asus (il problema non e' passare l'hard disk, che ci vogliono 10 secondi, quanto il contenuto e i programmi installati)], ma nello specifico mentre passavamo dall'Auchan per farci cambiare il primo hard disk da 2.5" che avevano preso il suocero ed un amico (dato che era un SerialATA, e serviva un IDE), mi suona il cellulare reperibile. Un collega della protezione civile mi chiede se sono disponibile domenica per un triangolare di calcio di beneficenza oppure sabato mattina per un congresso di magistrati, avvocati etc. etc. all'Insolera (argomento: i diritti dei disabili). Dato che per domenica ho qualche contrattempo ho dato la mia disponibilita' per stamattina, per cui oggi appena svegliato (ehm... no: mi sono svegliato alle sei, come sempre, ma ho iniziato alle 6:45, subito dopo he-man su Italia7) mi sono rasato per bene barba e capelli e quindi ho indossato l'ultimo vestito che avrei mai me... no scusate: l'uniforme di servizio [leggermente annerita dall'ultimo servizio anti-incendio di giorno 4 settembre (mi sono guardato allo specchio e ho commentato: "Ma chettefrega? Cosi' pare piu' vissuta!")] per poi fare una volata in sede per le ultime direttive, prima di andare a fare colazione e salire verso la scuola.

Una breve parentesi per i miei pochi lettori di fuori zona: ieri c'era un caldo infernale ma... verso le otto di sera ha cominciato a piovere ed ha tirato giu' duro per un bel pezzo della notte [no: niente lampi & tuoni per il mio piacere (e il terrore di Lucky, che rinfrancato ha continuato a ronfare nella sua mensola)], per cui in mattinata prima di uscire ho dato una sguardata al cielo. I nuvoloni di un bel grigio scuro che facevano sembrare che alle 7:40 il sole dovesse ancora albeggiare mi hanno convinto a prendere anche l'ombrello.

Ordunque dicevo: colazione al Caffe' Adda [solito cornetto al (SLUUUUURRPPP! q-: ) miele seguito da un robusto caffe'] e poi mi sono diretto alla scuola, dove sebbene il congresso doveva cominciare intorno alle 9:30 (e sebbene fossero solo le *OTTO* e trenta) riesco a trovare un parcheggio in un luogo comodo solo per miracolo.
Scendo dall'auto, con la giacca dell'uniforme ben stretta addosso: il freddo e' incredibile e c'e' un venticello tagliente che m'avrebbe fatto la barba lui se non me la fossi gia' fatta io.
Comincio il servizio (pensavo che fossimo di piu', invece hanno mandato solo me per dare supporto all'associazione di assistenza agli invalidi che e' gia' sul posto, e che ha organizzato la manifestazione), e nel giro di un'ora la temperatura polare ed il cielo prossimo a venire giu' in un fortunale spropositato... cessano!
Un sole che spacca le pietre, un caldo infernale misto a vento di scirocco con umidita' del 423% che ci accompagna fino alla chiusura del servizio verso le 12:30.
Ma che volete farci? In conclusione ne approfitto per passare al volo da MC, per accordarci prima di rientrare a casa (poi ci sono tornato nel pomeriggio, e i due ulteriori tentativi di recuperare i dati della partizione con il "Norton Save & Restore" mi fanno capire non ha niente a che spartire con il "Norton Ghost" di cui avevamo un interesse specifico).
Mah, per ora sono stanco, per cui stacco. Domani dovrebbe essere una giornata non troppo pesante, ma alquanto piena. Buona notte a tutti! (-:

venerdì 21 settembre 2007

Clienti...

0 commenti - [Leggi tutto]
CL: "Ah, ma insomma, io ho pagato, e' un sacco di tempo che l'adsl non funziona, ma insomma, mi mandano le bollette, spendo un sacco di soldi, bla bla, e poi c'era la marmotta che confezionava la cioccolata, yada yada, e poi tarapia tapioca, come fosse antani della supercazzola prematurata, bla bla".

Io: "Ok, vediamo. Uhm. Non c'e' proprio la portante, vabe', segnaliamo al call center..."
Componi il numero, premi i tasti * 3 4 9 7 1 4 # radicequadratadi2, ascolta venti minuti di musichetta in ricircolo (fosse almeno la Rettore: "Dammi una lametta che mi taglio le vene"), parla con un operatore (miracolo): "Si vediamo dunque percio' allora quindi bla bla, no, guardi: il contratto mi risulta cessato il 3 maggio, su disdetta del cliente, a meno che non ci sia un altro contratto, se eventualmente richiamate con il codice cliente riportato sulle bollette vediamo che e' successo."

Io: "Ah. Ok grazie arrivederci. Signora la rava, la fava, bla bla, nel mezzo del cammin di nostra vita yada yada l'amor che move il sole e l'altre stelle bla bla ha l'ultima bolletta che prendiamo il codice cliente?"

CL: "Ehm... beh e' dal ragioniere, aspetti che lo chiamo e mi faccio dare i dati. No perche' dobbiamo risolvere la situazione, perche' io pago un sacco di soldi, perche' c'era la marmotta che confezionava la cioccolata, perche' Pasta Ferrara e' buona e cantami o diva del pelide achille..."

Tre minuti dopo.

CL: "Si il codice cliente e' 39298493209483209432.74827483274932874 fratto due per pigrecomezzi al quadrato, l'ultima bolletta, e' stata di f(x) Euro."

Io (segnando i dati): "Bene, e quando e' stata pagata quest'ultima bolletta?"

CL: "Ehm... il 20 maggio."

... O Signur!

Messaggi TAO Vodafone

5 commenti - [Leggi tutto]
Ho detto: "Ma perche' non conservarli per il futuro?" ed ecco cosa e' successo:

20-09-07 "Per conoscersi completamente ed efficacemente, e' opportuno osservarsi, ascoltare gli intuiti e liberare la nostra unica e irreplicabile voce"
17-09-07 "Perche' la realta' sia piu' simile a quanto desideriamo, e' necessario pianificare... Cio' consente di guidare cio' che e' comunque previsto"
13-09-07 "Per mutare i nostri obiettivi bisogna credere alla loro bonta'. Se fra il nostro obiettivo e noi c'e' un legame spirituale, riusciremo a raggiungerlo"
10-09-07 "Colui che segue il Tao non e' animato da avidita': l'azione verso lo scopo conserva la nobilta' del gesto e non e' corrotta dalla bramosia"
06-09-07 "Malgrado l'apparente diversita' dei fenomeni, l'universo e' intatto, stretto in un solo fascio di vita"
03-09-07 "Bisogna saper distinguere il passo composto dalla corsa affannosa, il coinvolgimento dall'esaltazione"
30-08-07 "Pensiamo che ridurre un oggetto ai minimi termini possa rivelare qualcosa di definito. Scomporre non aiutera' poiche' tutto e' uno"
27-08-07 "Scorre l'anima nel corpo. Il contorno della mente e' indefinito e ricorda la corona di una fiamma tremula. Un incantesimo vive in noi"
23-08-07 "La nostra energia volteggia nel cosmo nelle forme piu' varie e variopinte: siamo alberi, vento, seta, amore. Il moto perpetua il suo corso"
20-08-07 "Lavoriamo, desideriamo realizzare progetti e viaggiare, ma per tutti noi e' fondamentale l'idea del ritorno a un nucleo spirituale da cui abbiamo origine"
16-08-07 "Il controllo dei pensieri espande le nostre opportunita'"
13-08-07 "Non possiamo ovviare alla impermanenza: ogni evento e' soggetto alla sua consumazione"
09-08-07 "L'oggetto smarrito si trova esattamente dove pensiamo che sia..."
06-08-07 "Usiamo la ragione. Essa sembra timorosa e dal passo incerto, ma con tenacia giunge a destinazione"
02-08-07 "Ogni attimo della nostra esistenza ha i germi dell'eternita', ogni episodio riproduce l'universale"
30-07-07 "Le gocce si raccolgono nel corso d'acqua prima di evaporare e disperdersi nuovamente"
26-07-07 "Uomini al potere contrastano le idee. Ma c'e' chi risale le grida dei repressori e fluttua in cielo"
23-07-07 "Il cuore e' come un fiore di loto che si schiude e da cui emerge il fanciullo che e' in noi"
19-07-07 "In talune situazioni, dal timore puo' propagarsi una energia negativa che pervade la realta'"
16-07-07 "La volonta' ci desta dal sonno dei bisogni indotti e soddisfatti"
12-07-07 "Ogni regola della societa' e' comprensibile solo all'interno del proprio sistema di riferimento"
09-07-07 "Se non crediamo in cio' che facciamo, semplicemente non funziona. L'unico modo e' credere"
05-07-07 "Visualizziamo ogni filo d'erba del sentiero fino a che non abbiamo costruito il cammino"
02-07-07 "Conoscendo la nostra meta, sara' piu' semplice accettare il sacrificio"
28-06-07 "Il cammino verso la realizzazione del se' richiede di abbandonare il superfluo"
25-06-07 "Se nessun pensiero si affaccia e il sislenzio avanza, la mente si libera dagli inquinamenti"
21-06-07 "La vita e' lotta fra contrari ma l'essenza e' raggiungere un equilibrio superiore senza scontri"
18-06-07 "Il tempo scorre come l'acqua: e' passato, presente e futuro ma non possiamo distinguere le parti"
14-06-07 "A dissolvere le illusioni ci aiutano la concetrazione e il raccoglimento"
11-06-07 "Nel ciclo infinito dei combattimenti dobbiamo saper battere il tempo"
07-06-07 "Tutti possediamo coraggio e valore; tale forza non e' un nostro merito ma solo un dono transitorio"
04-06-07 "La nostra mente riflette il quotidiano e s'increspa in presenza di contrasti"
31-05-07 "Ogni sistema presenta sia delle costanti sia delle casualita', come il volo di un uccello in cielo"
28-05-07 "La tigre scorge la preda, e decide cosa fare. Il suo intuito afferra l'animale prima dell'azione"
24-05-07 "Concentrati sull'ora, questo stesso istante: non sarai mai assente e avrai vissuto tutto una vita"
21-05-07 "Il macrocosmo della vita e' frutto dell'interazione fra i microcosmi delle nostre singole azioni
17-05-07 "Perche' la nostra strada sia piu' breve e meno ripida bisogna agire con senso di responsabilita'"
14-05-07 "La perseveranza e' una virtu'. Ma lo sforzo deve tendere verso un fine ed avere appagamento"
10-05-07 "Non conosciamo cio' che non vogliamo con esattezza perche' ogni cosa puo' avere piu' dimensioni"
07-05-07 "La rivelazione ci fa ascendere a un grado piu' alto di esperienza che la logica non puo' dedurre"
03-05-07 "L'addio e' un evento inesorabile ma e' una tappa necessaria della nostra crescita"
30-04-07 "L'affermazione del singolo deve originarsi dalla totalita' e fondersi nel successo collettivo"
26-04-07 "Grazie ala meditazione il tempo si congiunge allo spazio e non e' che un punto"
23-04-07 "Tenere a mente il perche' delle nostre azioni rinsaldera' i propositi in caso di difficolta'"
19-04-07 "La frammentarieta' del sapere dell'epoca moderna non ci fa cogliere l'unita' della Conoscenza"
16-04-07 "La consapevolezza di se' offre un prezioso senso di sicurezza al nostro operare"
12-04-07 "Pensare il tempo in passato, presente e futuro e' utile ma esiste in realta' un presente eterno"
09-04-07 "La conoscenza che deriva dalla nostra esperienza sara' sempre incompleta e temporanea"
05-04-07 "La semplicita' e' una qualita' che si raggiunge veramente dopo aver conosciuto la complessita'"
02-04-07 "Non farti turbare dai mutamenti, accogli i cambiamenti come una nuova possibilita'"
29-03-07 "Non sempre un pensiero e' qualcosa che disturba la mente. A volte si tratta di intuito"
26-03-07 "Non esiste una verita' assoluta. Tutto e' relativo poiche' ognuno di noi ha solo la propria visuale"
22-03-07 "Frequenta ambiti diversi, gruppi sociali differenti, crea diversita' e preservala!"
19-03-07 "La realizzazione del se e' un cammino che richiede un cambiamento del nostro stile di vita"
15-03-07 "Autocontrollo significa imbrigliare e dare la forma che preferiamo alle cose"
12-03-07 "Quando analizzi un problema, ricorda che solo attraverso la scomposizione si giunge all'unita'"
08-03-07 "Nel fiume ogni goccia d'acqua appartiene al corso: da esso e' inscindibile e indistinguibile"
05-03-07 "Percepiamo il mondo attraverso i sensi ma lo conosciamo dopo l'elaborazione delle nostre menti"
01-03-07 "Nessun altro puo' dare la stessa attenzione a cio' che per noi e' unico e veramente importante"
26-02-07 "Anche se e' giusto distrarsi, non e' possibile dedicare totalmente la nostra vita a cause esterne"
22-02-07 "Nello specchio d'acqua ogni frammento del reale si riflette e il reale appare indiviso"
19-02-07 "Quando siamo preda dell'apatia e della frustrazione, dobbiamo agire per provocare il cambiamento"
15-02-07 "Il macrocosmo e' la risultante dell'interazione fra i diversi microcosmi"
12-02-07 "Il mistero della spontaneita' e' piu' grande di quello della conoscenza"
08-02-07 "Ogni varco, una volta raggiunto, si schiude. La montagna cambia e offre sentieri sempre diversi"
05-02-07 "La disciplina deve avere uno scopo e mai essere cieca o fine a se stessa"
01-02-07 "Avere ben presente il perche' delle nostre azioni rinsalda i propositi quando siamo in difficolta'"
29-01-07 "Il tempo e' come una corrente ininterrotta di acqua che perpetua il corso delle nostre esperienze"
25-01-07 "Non lasciamoci condizionare da eventi sfavorevoli, non turbiamo le nostre profondita'"
22-01-07 "Tutto cio' che apprendiamo del mondo e' sempre selezionato dai sensi e interpretato dalla mente"
18-01-07 "L'attesa precede l'attacco. C'e' pero' un momento in cui l'attesa deve mutarsi in attacco"
15-01-07 "Metti a fuoco bene i tuoi obiettivi. Quando la meta e' chiara e' piu' facile raggiungerla"
11-01-07 "Non reprimere il cuore, aiutalo ad esprimere liberamente la sua unicita'"
08-01-07 "Guerriero e saggio combattono nello stesso modo: senza ira ne' ingordigia, e mai cedendo il passo"
04-01-07 "La parola puo' plasmare la realta' e noi dobbiamo imparare a governare questa facolta'"
01-01-07 "Per trasformare i nostri obiettivi in realta' e' necessario credere fortemente in essi"
30-12-06 "La pacatezza e' buona cosa, ma se freniamo gli slanci espressivi perdiamo i contatti personali"
28-12-06 "A volte, le cose piu' meravigliose si possono scoprire semplicemente ascoltando se stessi"
21-12-06 "Noi creiamo il mondo e non stessi. Ma solo quando ci fermiamo, possiamo scorgere la verita'"
18-12-06 "Se in vicinanza del nostro obettivo ci dstraiamo... prendiamo coscienza che non ci interessa"
14-12-06 "Con l'immaginazione possiamo avere cose nella vita che non ci sogneremmo nemmeno..."
11-12-06 "Nel combattimento tramuta l'attesa in attaco: l'indecisione e' un atteggiamento deleterio"
07-12-06 "Per realizzare la propria crescita spirituale e' necessario saper rinunciare"
04-12-06 "La ragione ci puo' assistere fino a un punto. Oltre, solo la mente ci potra' guidare"
23-11-06 "Dai spazio e segui i tuoi interessi. Essi devono essere coltivati e vissuti fino in fondo"
20-11-06 "La nostra energia irradia l'ambiente intorno e come una calamita attira cio' che piu' ci ispira"
18-11-06 "Una persona che comunica il suo successo, condivide con noi il suo sogno e la sua strategia"
13-11-06 "Saremo sicuri di noi soltanto se siamo onesti con noi stessi"
09-11-06 "Il timore causa esso stesso insuccesso perche' la paura condiziona negativamente gli eventi"
06-11-06 "Se il fulmine non sprigiona la sua forza, finisce per implodere"
02-11-06 "Se crediamo nelle nostre parole esse davvero feconderanno la realta'"
30-10-06 "Ogni scelta e' soltanto una scelta. Non e' possibile raggiungere il fine senza il se'"
26-10-06 "Cio' che sembra transitorio si protrae all'infinito, cio' che sembra caduco vivra' per sempre"
16-10-06 "Segui la via, e piegati come un giunco, se devi farlo. Cosi' impedirai a chiunque di spezzarti"
12-10-06 "Oggi splende il sole, domani arrivera' l'inverno. Godi del bello e della gioia finche' dura"
09-10-06 "Chi giunge in vetta lo fa poggiando un piede alla volta. Non servono salti o acrobazie
05-10-06 "Le aspirazioni dell'uomo portano l'umanita' verso la sua inclinazione alla trascendenza"
02-10-06 "Ogni singolo giorno con le sue gioie e le sue fatiche sono i tasselli di un intero mosaico"
28-09-06 "Restiamo concntrati nell'adesso, il solo momentodi cui preoccuparsi"
25-09-06 "Siamo immobili per conoscere l'assoluto interiore, attivi per conoscere l'esterno"
21-09-06 "Quando l'obiettivo e' chiaro, e' piu' facile arrivare alla meta"
18-09-06 "L'assoluto e' privo di opposti, al contrario le nostre esperienze sono tutte relative"
14-09-06 "Il mondo che ci circonda esiste realmente, ma non non possiamo essere tutt'uno con esso"
11-09-06 "Per la nostra crescita le persone in cui crediamo hanno un ruolo decisivo"
07-09-06 "Quando l'esigenza di riemergere dal buio e' forte, vieni fuori prima alla luce della candela"
04-09-06 "Lasciamo in casa una stanza non arredata: chiunque arrivi, si fara' posto e decidera' per se'"
31-08-06 "Nella cura del corpo, il Tai chi e' una tecnica marziale di lunga vita e di riequilibrio"
28-08-06 "La nostra realta' e' unica e irripetibile: nessuno potra' mai sostituirsi a noi"
24-08-06 "Attraverso l'esercizio fisico possiamo curare anche la crescita mentale"
21-08-06 "Percorriamo la nostra strada e facciamolo in maniera risoluta"
17-08-06 "La luce e' interazione con la natura, luminosita' e' slacio verso l'aperto"
14-08-06 "Gli opposti non sono elementi contrari tra loro, ma le componenti di una stessa unita'"
10-08-06 "Se il peso corporeo aumenta, cammina e fai circolare il sangue: alterna passo lento al veloce"
07-08-06 "Prima di svuotare, ricorda che bisogna riempire. Prima di cadere, devi salire"
03-08-06 "Ogni cosa viene alla luce nei nostri occhi. Possiamo allora potare i rami secchi"
31-07-06 "Il gruppo ha un valore superiore alla somma degli individui che lo compongono"
27-07-06 "Il cerchio e' ciclo completo. Guardando attraverso il cerchio avremo una visione e non una vista"
24-07-06 "Nel cielo, la stella della vita brilla e dona un periodo di grande fulgore"
20-07-06 "Se percorriamo l'adesso nella sua profondita' ogni attivita' sara' condotta con successo"
17-07-06 "Quando un lungo cammino ci attende, dobbiamo bandire dai nostri pensieri il timore e la pigrizia"
13-07-06 "Il silenzio intorno a noi e la calma della mente ravviva l'anima stanca e rigenera il colpo"
10-07-06 "Ogni comportamento influisce all'esterno di noi attraverso un'infinita concatenazione di eventi"
06-07-06 "La fede deve affermarsi in noi indipendentemente dagli eventi dell'esistenza, positivi o negativi"
03-07-06 "Per 3 secondi inspiriamo aria, per 3 secondi tratteniamo il fiato, per 3 secondi espiriamo fumo"
29-06-06 "Quando ci sembra di non raggiungere risultati, con pazienza attendiamo l'esito dei nostri sforzi"
26-06-06 "Un influsso negativo puo' abitare gli eventi della nostra vita ma non vi rimarra' a lungo"
22-06-06 "La crescita del compagno o della compagna e' maturazione e' supporto anche della coppia"
12-06-06 "E' importante ragionare per obiettivi: solo in questo modo possiamo coordinare i nostri sforzi"
08-06-06 "Quando cadiamo per la stanchezza, dobbiamo trovare la forza per rialzarci e riprendere la strada"
05-06-06 "Nel mondo esiste una casualita' di cose che accadono, di fenomeni che si verificano senza regole"
29-05-06 "Ogni ciclo ha un termine naturale. La perseveranza' e' una virtu' che deve arrivare a un obiettivo"
25-05-06 "Raccogliamo gli oggetti smarriti. Sono li' per noi: teniamo un baule di cose trovate"
22-05-06 "Tutto quello che viviamo e' soggettivo. Non puo' esistere sensazione senza interpretazione"
18-05-06 "La musica puo' lasciare uno strumento e tendere verso l'alto, cosi' l'anima con il corpo"
15-05-06 "La realta' esterna ci appare. Nel mare Tao le acque del destino devono essere seguite"
11-05-06 "Distribuiamo energia lungo tutto il corpo: se i ruscelli non sono occlusi l'acqua potra' scorrere"
08-05-06 "Anche se ci allontaniamo, abbiamo sempre bisogno di un punto di riferimento a cui tornare"
04-05-06 "Creativita' e' una scintilla, di cui spesso non comprendiamo il potere straordinario"
01-05-06 "Un sasso rotola da una collina senza una pianificazione o alcun disegno prestabilito"
27-04-06 "Perche' i pensieri negativi non alberghino in noi, dobbiamo sorridere spesso..."
24-04-06 "Il fiume mantiene il corso nel suo letto anche quando scorre fra gli irti scogli"
20-04-06 "Affinche' l'amore non muti in odio e' opportuno osare attentamente le nostre emozioni"
17-04-06 "Qualunque risultato raggiungiamo oggi, domani comunque proseguiremo il nostro cammino"
13-04-06 "Il sentiero e' irto di ostacoli. Ma anche quando inciamperemo, dovremo risollevarci"
09-04-06 "In qualsiasi modo decidiamo di comportarci non dobbiamo mostrare alcuna indifferenza",
06-04-06 "Se spostiamo i macigni, anche il fiume deviera' il suo corso"
03-04-06 "Il nostro spirito contiene gli opposti e li alterna al richiamo dei pensieri"
30-03-06 "Una relazione e' come un nucleo che puo' evolversi. Nessuno stravolgimento e' auspicabile"
27-03-06 "La danza e' moto dell'anima: essa riceve le note, muove il corpo e nutre l'immaginazione"
23-03-06 "La ruota del cielo ha degli scatti millimetrici e ogni negativita' attuale svanira' presto"
20-03-06 "Immaginiamo il nostro futuro. Invocandolo, noi provochiamo l'evento: esso accadra' davvero"
16-03-06 "Siamo noi che creiamo il mondo e noi stessi; solo quando ci fermiamo, scorgiamo la verita'"
13-03-06 "Annota le tue esperienze; quando la cpitera' la seconda opportunita' non ti smarrirai"
09-03-06 "In un gruppo siamo parte dell'Uno. noi interveniamo, gli altri intervengono in noi"
06-03-06 "Se cio' che accade e' una nostra emanazione, la nostra convinzione puo' generare il cambiamento"
02-03-06 "Quello che serve nel mondo esterno e' inutile per il nostro mondo interiore"
27-02-06 "Al culmine della gioia, si piange. Nel sorriso, il tempo si ferma per attimo eterno"
23-02-06 "Il timore puo' essere causa di insuccessi quando la paura riesce a condizionare gli eventi"
20-02-06 "La nostra natura duale richiede di alternare egualmente individualita' e socialita'"
16-02-06 "Cio' che e' passato in noi resta nostro nella condivisione con gli altri"
13-02-06 "La conclusione porta con se' un compimento. Cio' che si e' trasformato e' divenuto realta'"
09-02-06 "Quanto piu' crediamo nelle nostre parole tanto piu' esse feconderanno la realta'"
06-02-06 "Piu' fomentiamo i desideri, piu' saremo frustrati, Se non v'e' aspettativa, i risultati ci saranno"
02-02-06 "Nel mare Tao le acque devono essere seguite. Un flusso imprevedibile e continuo ci tiene a galla"
30-01-06 "L'entusiasmo iniziale puo' esercitare un'influenza decisiva e positiva sul risultato finale"
26-01-06 "Partecipare alla gioia altrui e' segno di valore. Chi e' riuscito ci sta indicando una strada"
23-01-06 "La casualita' e l'incertezza sono parte integrante dell'universo. Esse percio' vanno accettate"
19-01-06 "Se la meta e' chiara, attraverso la disciplina e' piu' facile arrivare"
16-01-06 "In questa esistenza tutto ha un significato. Nulla accade casualmente, neanche i fatti transitori"
12-01-06 "Non dobbiamo temere gli eventi ma prepararci ad essi con freddezza"
09-01-06 "Se agisci con chiarezza sarai nelle condizioni di interrompere con facilita' attivita' negative"
05-01-06 "Tutto quello che viviamo e' soggettivo. Non puo' esistere sensazione senza interpretazione"
02-01-06 "Una naturale serenita' ci circonda... Accettiamola per non creare disordine e disperdere armonia"
29-12-05 "Fra un evento e l'altro non c'e' pausa ma continuita' e sono parte di un unico flusso d'energia"
26-12-05 "Nel flusso, sappiamo cogliere soltanto quel che ci riguarda. Perche' cio' che ci riguarda viene da"
22-12-05 "La mente percepira' e scegliera' il fiore, tu dovrai lasciarlo nel campo ed accudirlo"
19-12-05 "La casualita' proviene da un ordine e ad un ordine tende"
15-12-05 "Medita senza pensare ai risultati. Medita senza pensare. Allora la forza interiore affiorera'"
12-12-05 "Quando l'attesa deve trasformarsi in attacco ci sono due strade: la logica e l'intuito"
08-12-05 "Una personalita' ricca e' come un universo in espansione"
01-12-05 "Mentre i nostri sforzi sono per avvicinarci alla destinazione, e' possibile ammirare il paesaggio"
28-11-05 "Il ruolo dei genitori e' fondamentale ma deve terminare nella nostra consapevolezza di essere autonomi"
24-11-05 "Ogni scelta deve contemplare il proprio bene e non essere percorsa da egoismi esterni"
21-11-05 "L'acqua riflette ogni frammento del reale. Nell'intero specchio il reale appare indiviso"
17-11-05 "La musica viene al Se' e consente la sua espressione"
16-06-05 "Affinche' il nostro sistema viva al pieno delle sue facolta' e' necessario esprimere ogni lato del se'"
13-06-05 "La scelta e' delicato esercizio quotidiano. Per non fare errori di valutazione occorre ascoltare il se'"
09-06-05 "Il controllo dei pensieri espande le nostre possibilita'. Cio' che cerchiamo ci trovera'"
06-06-05 "Meditiamo su cio' che vogliamo realmente. Avere uno scopo saldo tende il filo della motivazione"
02-06-05 "La nostra capacita' di mantenere un rapporto nel tempo dipende dalla disciplina del cuore e del corpo"
30-05-05 "Sapere e' continuare a sapere: una regolare pratica della conoscenza dispensa il vero"
26-05-05 "La formazione del volere e' momento delicato. Dal pensiero il percorso si tende e la strada si offre"
23-05-05 "Riproviamo, si ricomincia. Tutto si ripeta. Sono possibili alcuni semplici correttivi"
19-05-05 "Offerte nuove, contrattempi, intuiti sono i colori cui la realta' attinge con serenita'"
16-05-05 "Separiamo i pensieri costruttivi dalle distrazioni pericolose. Cio' che riceviamo dall'esterno va filtrato"
12-05-05 "Il cielo procede nel suo ciclico muovere il mondo. Cambiano ruoli e attori, ma e' lo stesso atto"
09-05-05 "Tao e' consapevolezza dell'intima connessione fra tutti gli aspetti dell'esistenza"
05-05-05 "Gli opposti sono uno. Il buio termina nella luce"
02-05-05 "Il getto d'acqua convoglia ogni singola goccia. Un solo flusso che volge verso un unico punto"
28-04-05 "Apprezza l'incertezza: e' apertura al cambiamento. Gli obiettivi mutano cosi' come il nostro punto di vista"
21-04-05 "Se qualcosa affatica il nostro passo, la via d'uscita c'e' sempre. Nulla e' eterno, e' questione di tempo"
18-04-05 "Venendo a contatto con i nostri collaboratori siamo parte indivisibile dell'organizzazione
14-04-05 "L'ascolto di note armoniose stimola l'immaginazione e favorisce serenita' e spirito produttivo"
11-04-05 "Esistenze passate rivivono e si ripetono come petali attorno al nulla che li sorregge"
07-04-05 "Il nostro spirito e' espressione di una precisa fisiologia. La meditazione risveglia la sua energia"
04-04-05 "Gettiamo le basi di un nuovo progetto. Lo spirito si attiva, l'immaginazione aumenta"
31-03-05 "La dimensione aerea, dell'aria, interagisce profondamente con il nostro equilibrio tra psiche e corpo"
28-03-05 "Un sorriso riparatore rilancia con agilita' e leggerezza verso il successo"
24-03-05 "L'esistenza e' un percorso individuale, e' non appartenere ad altri, completare il percorso di conoscenza"
21-03-05 "Ogni giorno e' egualmente diverso come se il se' producesse anelli concentrici: ogni situazione si ripete"
17-03-05 "Respiro, quindi sono. La tua esistenza e' conservata e preservata dall'aria che respiri"
14-03-05 "Lasciamo nella casa una stanza non arredata, perche' chiunque arrivi si faccia posto e decida per se'"
10-03-05 "Il vuoto avvolge ogni entita' e tesse la realta'. Nessuno e niente ha mai cambiato di posto"
07-03-05 "Pensieri dispersivi possono sprecare energie e allungare i tempi di realizzazione dei nostri obiettivi"
03-03-05 "Perche' il nostro se' affiori e' necessario frequentare ogni ambiente e ascoltare quante piu' persone"
28-02-05 "Il successo e' un cammino che va percorso, non e' un obiettivo da raggiungere. Il peggior veleno? L'affanno"
24-02-05 "Ogni frutto, nell'atto della raccolta, vede reciso il suo cordone ombelicale con la terra"
21-02-05 "Nella discussione entra in gioco l'intuito: bisogna comprendere quando e' giusto agire, quando tacere"
17-02-05 "La vocazione discende come pioggia su di noi e dal basso risale in vapore per congiungersi all'alto"
14-02-05 "Bisogna sapere chi si e', ed esserlo con gioia"
10-02-05 "Non solo la respirazione e il silenzio, ma anche le giuste note musicali conducono al se' originario"
07-02-05 "Conoscendo bene noi stessi, possiamo sapere in anticipo cosa accadra' e cosa e' successo"
03-02-05 "Una tensione eccessiva porta al disequilibrio. Vinti dal loro stesso intento, mente e corpo cedono energia"
31-01-05 "Nuove conoscenze possono generare ottimismo. Nuove attivita' aumentare l'energia"
27-01-05 "Utilizza la potente carica espressiva della danza. A braccia spalancate lascia la materia e torna vibrazione"
24-01-05 "Nella battaglia il momento finale e' determinante. Raccogli le forze e proiettale sul reale: esse torneranno"
20-01-05 "Musica, pittura e lettura sono ottime attivita' i cui frutti sono preziosi anche se invisibili"
17-01-05 "Ogni mese un giorno di digiuno. Ogni mattina dell'acqua prima del pasto"
13-01-05 "Lo scalatore affronta la montagna con se stesso, senza altra compagnia. L'ascesa e' introspezione"
10-01-05 "L'uomo diviene strumento musicale e giunge libero ad uno stato d'estasi"
06-01-05 "Sapere e' continuare a sapere: pratica regolare della conoscenza regala verita'"
03-01-05 "L'ascolto avvicina all'interiorita' e allontana dal rumore della sorda realta'"
30-12-04 "Il gruppo si alimenta dell'espressione di ciascuno. Il valore del gruppo e' superiore alla somma dei singoli"
27-12-04 "Perche' il seme diventi frutto e' necessario conoscere il nostro desiderio. Allora il percorso si fa nitido"
23-12-04 "Apprendere e' risultato del ripetere. E' nell'esercizio continuo della nozione che acquisiamo confidenza"
20-12-04 "Superando gli opposti si raggiunge armonia e mediazione fra i lati divergenti del nostro temperamento"
16-12-04 "La meditazione e' processo complesso che cela la sua vetta conoscitiva attraverso vari gradi dell'essere"
13-12-04 "La vita non conosce fine: essa e' impermanente e mai soggetta a inquinamenti"
09-12-04 "Un pensiero di dolore oscura completamente il sole. Cosa fare? Non crederlo vero"
06-12-04 "Il mondo e' una goccia. Il se' in ogni nostra azione. Tutto e' Uno"
02-12-04 "Il contrario di morte e' nascita, non vita. Vita ed esistenza: due concetti distinti, da non confondere"
29-11-04 "Qual'e' la nostra reazione a un sorriso? L'apprezzamento si specchia subito in un senso di leggerezza"
25-11-04 "Per accrescere le possibilita' di successo e' opportuno diversificare le nostre attivita'"
22-11-04 "Vi sono istanti di tensione: un'esercizio di razionalita' e freddezza distrae da un ingiusto allarmismo"
18-11-04 "Cio' in cui non crediamo semplicemente non funziona. L'unico modo e' credere"
15-11-04 "Per formare il volere e' utile viaggiare: perche' attraverso il nuovo e diverso conosciamo noi stessi"
11-11-04 "Noi creiamo il reale attraverso i nostri presentimenti. Nulla accade davvero senza di noi"
08-11-04 "Portiamo dentro un percorso non terminato che ci guida tuttora"
04-11-04 "Il pensante e' la tensione fra l'inizio e la fine. Il pensato e' l'immagine di cio' che accade"
01-11-04 "Nel contesto plurale ogni occasione e' condivisa e ogni azione produce conseguenze"
28-10-04 "Rischio e' opportunita'. Le possibilita' di successo aumentano se cogliamo iniziative abbandonate da altri"
25-10-04 "Volonta' e' seme della realta'. Il processo di edificazione della realta' muove dalla nostra convinzione"
21-10-04 "I tormenti vanno disciolti sul nascere: qualsiasi ostacolo e' mentale e autoprodotto"
18-10-04 "La stagione apre con un una nuova aspirazione. Se cuociamo a fuoco lento non bruciera' cio' che prepariamo"
14-10-04 "La complessita' del nostro carattere viene alla luce attraverso il Sole della consapevolezza"
11-10-04 "Curando i flussi del corpo, purifichiamo il nostro spirito per riportare alla luce mirabili facolta'"
07-10-04 "Il sole brilla al centro del nostro Sistema, cosi' la saggezza deve trovarsi al centro delle nostre virtu'"
04-10-04 "La morte comincia nella nascita. Una nuova attivita' va mantenuta segreta. Essa vivra' dei nostri pensieri"
30-09-04 "Spiritualita' non e' sentimento. Non solo pensiero. E' flusso di energia situato nel nostro corpo fisico"
27-09-04 "Vita e' percorso che ogni entita' conduce e che nell'illuminazione si conclude"
23-09-04 "Nel cammino verso la vetta il viaggiatore e' solo con la sua interiorita': la meditazione e' picco mentale"
20-09-04 "La pace e' ad un tratto minacciata da un grido di instabilita'. Ma il sole, non visto, si dona"
16-09-04 "Se vuoi essere felice per un'ora, ubriacati. Per un mese, mangia il tuo maiale. Per sempre, impara a pescare"
13-09-04 "L'improvvisa contrarieta' non sempre e' generata da nostro errore. Accade prodotta da supercause"
09-09-04 "Il pensiero grave e' un cancro che deve svanire. la contrarieta' va eliminata con la concentrazione"
06-09-04 "Attraverso i raggi del Sole veniamo al celeste. L'impressione si forma e l'opinione matura"
02-09-04 "Se sappiamo congiungerci al nostro destino e accettiamo l'illusorieta' dell'esistenza, il sorriso riapparira'"
30-08-04 "L'estate produce apatia ed inerzia. Ma a fine stagione giungono le nuvole: e l'afa e' subito aria fresca"
26-08-04 "Ogni cosa viene alla luce nei nostri occhi. Ogni cosa avviene alla luce dei nostri occhi."
23-08-04 "Il sorriso non e' maschera sociale o deterrente della noia. E' naturale espressione di un ordine mentale"
19-08-04 "Ogni sentiero e' l'unico possibile. Malgrado la varieta' dei percorsi, un solo sentiero potremo scegliere"
16-08-04 "Il Sole e' alto. Un viso illuminato puo' qualsiasi espressione!"
12-08-04 "Il cercatore si incammina verso la vetta e ascende. Ogni passo e' conquista. Determinante e' la gradualita'"
09-08-04 "Assicuriamoci di danzare. Esplodere senza scoppiare mai. Estivi, lasciamo il cruccio"
05-08-04 "Quanto possiamo dare ancora ? Quanto possiamo donare oggi ? Un tuffo, una corsa, un'opera, un viaggio"
02-08-04 "L'arte marziale e' circolazione dell'acqua pura nella nostra mente, imitazione del perfetto istinto animale"
29-07-04 "Come il sole vive al centro del sistema solare, cosi' la mente sovrintende all'esercizio delle nostre virtu'"
26-07-04 "La vita e' la lotta fra contrari ma l'essenza e' raggiungere l'equilibrio superiore dove non vi e' scontro"
22-07-04 "Non v'e' recettore oltre il se'. Siamo al centro del punto di osservazione, sempre"
19-07-04 "Danza e' valore in se'. Viaggio estetico e culturale, compostezza in musica, eleganza dello spirito"
15-07-04 "In noi buio e luce si alternano: gli estremi non sono che manifestazioni"
12-07-04 "Fino all'ultimo. La vittoria si consuma nell'ultimo istante e sino ad allora combatteremo"
08-07-04 "Evasione e moderazione in egual misura. Alla dispersione di energia corrisponda un eguale assorbimento"
05-07-04 "Il futuro non giunge. Viviamo in un ADESSO eterno. Possiamo ovviare a qualsiasi DOPO avendo cura dell'ORA"
01-07-04 "La calma ci consente di dominare situazioni critiche. Se vi e' buona azione, non ci sara' preoccupazione"
28-06-04 "I concetti di Bene e Male sono appannaggio della civilta', quindi dell'esistenza, non della Vita"
24-06-04 "Il suono di un applauso e' chiaro ma quale suono e' prodotto da una sola mano?"
21-06-04 "Ogni regola o norma della societa' e' comprensibile solo alla luce del relativo sistema di riferimento"
17-06-04 "L'apprensione genera rischi, non li precede. E porta alla dipendenza da eventi virtualmente "preoccupanti""
14-06-04 "Contrario di morte e' nascita, non vita. Vita non e' esistenza. La vita non conosce fine"
10-06-04 "I nostri genitori non hanno fatto una scuola per esercitare il loro ruolo. La buona fede puo' mitigare i loro"
07-06-04 "Pensieri non controllati di un problema imminente possono generare e sviluppare il problema stesso"
03-06-04 "Il successo nella vita spirituale non e' dato da eventi eccezionali, ma da una dedizione quotidiana"
31-05-04 "Vera leadership e' combinazione di iniziativa e umilta': riuscire a guidare non visti"
27-05-04 "E' difficile alzarsi ogni mattina e trovare sempre l'entusiasmo per continuare, ma e' cio' che dobbiamo fare"
24-05-04 "La vetta esiste, indipendentemente dalla nostra stanchezza nel cercare di raggiungerla"
20-05-04 "La pratica spirituale e' attivita' quotidiana: quale sia il risultato oggi, domani continueremo il cammino"
17-05-04 "Nella meditazione torniamo nulla e gli affetti tornano energia"
13-05-04 "Spiritualita' non e' solo attivita' della mente. Nel corpo vive energia fisica risvegliata dalla meditazione"
06-05-04 "L'indipendenza intellettuale e' indispensabile per raggiungere il se'"
03-05-04 "La perfezione e' raggiunta quando non c'e' piu' niente da togliere, non quando non c'e' niente da aggiungere"
29-04-04 "Vita e' ovunque: Materia e non materia galleggiano nell'anima del mondo"
26-04-04 "Ogni gesto nostro produce un effetto. Vicino all'altro le nostre decisioni germogliano e stimolano reazioni"
22-04-04 "Nella luce pura ci sono tutti i colori. Ma la radiosita' del sole non ci consente di cogliere le sfumature"
19-04-04 "Non dobbiamo basare la stima di noi stessi sulle nostre capacita', ma sulla nostra natura"
15-04-04 "Tutti possediamo in parte coraggio e valore; tale forza non e' un nostro merito ma solo un dono transitorio"
12-04-04 "Il primo tesoro e' l'amore; il secondo la frugalita'; il terzo non mettersi al primo posto"
08-04-04 "Dominare gli esseri umani e' forza, dominare se stessi e' potere e padronanza"
05-04-04 "Senza uscire di casa puoi conoscere tutto il mondo, percio' il saggio conosce senza viaggiare"
01-04-04 "La mente e' un un universo inesplorato e vagando senza meta rischiamo di smarrirci nei pensieri"
29-03-04 "Concentrarsi sulle capacita' personali e non competere con tutti"
25-03-04 "Il saggio non accumula nulla. Piu' da' agli altri, piu' e' ricco"
22-03-04 "Qualunque cosa accada, occorre sempre conservare cio' che e' dentro i nostri cuori"
18-03-04 "Se spostiamo i macigni, anche il fiume cambiera' il suo corso"
15-03-04 "La vera saggezza e' vedere senza guardare, udire senza ascoltare"
11-03-04 "Il saggio si attiene alla sostanza, non al guscio: al frutto, non al fiore"
08-03-04 "Il primo tesoro e' l'amore; il secondo la frugalita'; il terzo non mettersi al primo posto"
04-03-04 "Il saggio opera senza interferire, modifica con l'esempio"
01-03-04 "Conosci la Madre per comprendere le sue creature"
26-02-04 "Ritirati quando l'opera e' compiuta, altre ti aspettano"
23-02-04 "Una lama troppo affilata non conserva il filo a lungo"
16-02-04 "Il saggio compie la sua opera senza porsi come grande"
12-02-04 "Bisogna affrontare il difficile quando e' ancora facile, il grande quando e' ancora piccolo"
09-02-04 "Anche il vestito piu' bello, se lo si continua a rammendare, diventa uno straccio"
05-02-04 "Trattenersi non vuol dire rinunciare, ma esaltare la dote della pazienza"
02-02-04 "I fiumi regnano sui torrenti perche' stanno sotto di loro: cosi' il saggio sceglie l'ultimo posto"
29-01-04 "Il saggio nutre il corpo, non l'occhio"
26-01-04 "Prenditi le tue pause: l'uccello che non riposa mai brucera' le sue ali"
22-01-04 "Chi discute e condivide con gli altri il proprio sapere ha la vera conoscenza"
19-01-04 "Povero di conoscenza e' chi pensa di sapere e tiene tutto per se'"
15-01-04 "Dominare gli esseri umani e' forza, dominare se stessi e' potere"
12-01-04 "Saggio e' colui che, pur avendo ragione, cerca un punto d'incontro con gli avversari"
08-01-04 "Importante non e' il recipiente in se', ma il suo vuoto centrale che lo rende utile"
05-01-04 "Abbraccia la semplicita' e sii come legno grezzo, che non teme i segni della vita"
01-01-04 "Affronta le cose sul nascere: metti ordine prima che si manifesti il disordine"
29-12-03 "Quando una cosa supera il culmine comincia a declinare, irrimediabilmente"
25-12-03 "Tornare al proprio destino e' tornare all'Eterno. Conoscerlo e' saggezza"
22-12-03 "Cielo e terra durano nel tempo perche' non vivono per se stessi. Ecco che sono eterni"
18-12-03 "Il controllo sulle grandi cose si ottiene imparando a gestire le piccole cose"
15-12-03 "Sgombra la mente dall'egoismo, sgombra l'anima dai desideri, cosi' troverai la liberta'"
11-12-03 "Ogni torre inizia dalla terra. Ogni viaggio inizia dai tuoi piedi..."
08-12-03 "Riconoscere la sapienza come ignoranza e' saggezza. Scambiare ignoranza per saggezza e' follia"
04-12-03 "Piu' si da' agli altri, piu' si e' ricchi: il saggio non accumula possesso"
01-12-03 "Il maestro apre la porta, ma varcarla e' compito dell'allievo"
27-11-03 "Non e' tanto importante comprendere l'errore quanto perdonarlo"
24-11-03 "Non sempre la strada diritta e' la piu' diretta, osserva la destinazione prima di partire"
20-11-03 "Soltanto chi ha il coraggio di scrivere la parola fine ha la forza di scrivere la parola inizio"
17-11-03 "Pace e serenita' sono la ricompensa per chi e' capace di dividere gioia e ricchezza con gli altri"
13-11-03 "Non si scioglie un nodo tirando con forza: una situazione difficile richiede dolcezza"
10-11-03 "Distingui quando e' il caso di aggirare gli ostacoli piuttosto che affrontarli"
06-11-03 "Impara a renderti utile agli altri e dagli altri non verrai mai abbandonato"
03-11-03 "Se capisci una singola cosa nella sua interezza, puoi capire ogni cosa"
30-10-03 "Imporsi troppi limiti e' controproducente. Il vero saggio sa porsi dei limiti nel limitarsi..."
27-10-03 "Conosci gli altri, sarai saggio. Conosci te stesso, sarai illuminato"
23-10-03 "Sono gli uomini inferiori a ricercare lo sfarzo, gli uomini superiori ricercano la semplicita'"
20-10-03 "Soltanto chi ascolta conosce davvero, molto piu' di chi parla"
16-10-03 "Ricorda: chi sa vincere non ha bisogno di dar battaglia; chi sa guidare gli altri si mette al loro servizio"
13-10-03 "Non temere. Flettiti e rimarrai integro, svuotati e sarai colmato, consumati e ti rinnoverai"
09-10-03 "Ricorda che troppo onore non e' vero onore; non cercare di splendere come giada, sii semplice come pietra"
06-10-03 "Nulla e' piu' morbido e cedevole dell'acqua, eppure nulla scava meglio cio' che e' duro e forte"
02-10-03 "Imita il saggio: non agisce e la gente si trasforma da sola; ama la pace e la gente si corregge da sola"
29-09-03 "Se ti sforzi di comprendere nell'interezza, puoi capire qualsiasi cosa"
25-09-03 "Metti ordine prima che si manifesti il caos: proteggerai il tuo equilibrio"
22-09-03 "La nostra vita deve essere lo strumento attraverso il quale ricerchiamo la verita'"
18-09-03 "Affronta le cose prima che si manifestino, prevenire e' compito del saggio"
15-09-03 "Comprendere gli altri e' intelligenza; comprendere se stessi, saggezza"
11-09-03 "Sii mite: l'arroganza attira su di se' la catastrofe"
08-09-03 "Opera sempre con misura: stanze piene d'oro sono difficili da proteggere"
04-09-03 "E' un bene avere un fine verso il quale dirigersi; ma dopotutto quello che conta e' il cammino"
01-09-03 "Non discutere di cio' che sembra giusto o di cio' che sembra sbagliato"
28-08-03 "Critica te stesso, e non criticare mai gli altri"
25-08-03 "Nella mente del novizio ci sono molte possibilita', mentre nella mente dell'esperto spesso ve ne sono poche"
21-08-03 "Non importa quali abiti tu abbia indosso, se il tuo spirito colma di sapere risulterai sempre elegante"
18-08-03 "Vivi con un obiettivo e lascia i risultati alla grande legge dell'universo"
14-08-03 "Non cercare di seguire le orme dei saggi. Cerca cio' che essi cercavano"
11-08-03 "Nell'avere notizia dell'errore di un altro, raccomandati di non imitarlo"
07-08-03 "Quando assisti alla buona azione di un altro, esortati a seguire il suo esempio"
04-08-03 "Non importa la quantita' di cose che si imparano, ma la loro qualita'"
31-07-03 "Esprimi i tuoi sentimenti, ma non diventare piu' espansivo di quanto la tua vera natura ti detti"
28-07-03 "Il saggio ama il suo prossimo e desidera il suo bene; il malvagio si limita a incoraggiarne i difetti"
24-07-03 "Chi mi lusinga puo' essermi nemico, mentre chi mi rimprovera puo' essermi maestro"
21-07-03 "Quando si e' in un pasticcio tanto vale goderne il sapore"
17-07-03 "La ricerca di se stessi richiede soprattutto tre cose: convinzione, fermezza e coraggio"
14-07-03 "Un sasso che rotola da una collina non conosce mai la sua traiettoria"
10-07-03 "Trascorri il tuo tempo in una serena contemplazione"
07-07-03 "Una persona puo' sembrare sciocca ma non esserlo. Puo' darsi che stia solo proteggendo il suo discernimento"
03-07-03 "Per avere successo occorre l'atteggiamento intrepido di un eroe e il cuore tenero di un bambino"
30-06-03 "Quando sei da solo in una stanza buia cerca sempre di comportarti come se avessi di fronte un caro ospite"
26-06-03 "Non rimpiangere il passato. Guarda al futuro e apprezza il presente"
23-06-03 "Quando si presenta un'occasione fai in modo di fartela scappare, ma pensaci due volte prima di agire!"
19-06-03 "Bada a quello che dici. E qualunque cosa tu dica, mettila sempre in pratica"
16-06-03 "La modestia e' il fondamento di ogni virtu'. Lascia che i tuoi vicini ti scoprano prima che tu debba rivelarti"
12-06-03 "Se leggo... ricordo, se vedo.... capisco, se provo... imparo"
09-06-03 CONDIVISIONE: "Pace e concordia si ottengono solo quando si dividono gioia e ricchezza con gli altri"
05-06-03 DECISIONE: "Solo chi ha forza di scrivere la parola fine puo' scrivere la parola inizio"
02-06-03 RIGIDITA': "Un soldato che non sa arretrare non puo' vincere; un albero incapace di piegarsi si spezza"
29-05-03 VERITA': "L'essenza della vita e' assolutamente reale, e' la misura della verita' di tutte le cose"
26-05-03 MORTE: "La gente non teme la morte. Non avendo di che vivere, non da un gran valore alla vita"
22-05-03 APPARENZA: "saggio indossa rozzi panni di lana, ma essi nascondono un gioiello di giada"
19-05-03 REGOLE: "abbraccia la semplicita' e sii come legno grezzo, riduci l'egoismo e abbi pochi desideri"
15-05-03 DONARE: "la via del cielo: prendere a cio' che e' in eccesso e dare a cio' che non e' sufficiente"
12-05-03 LIMITE: "chi traccia il limite? Il normale si trasforma prima o poi nel deviante; il bene nel male"
08-05-03 VIA: "dopo l'inverno viene l'estate, dopo la notte il giorno. La perfezione della natura mostra la via"
05-05-03 VIA: "si puo' costringere la pioggia a scendere? Il saggio attende i cenni del destino per trovare la via"
01-05-03 GUIDA: "chi ha carisma muove gli altri come il vento muove l'erba: senza che questi se ne accorgano"
28-04-03 ABBAGLIO: "non esiste luce piu' abbacinante del successo. Chi conosce solo vittorie rischia la cecita'"
24-04-03 COSCIENZA: "il coraggio che ignora la paura perisce. Il coraggio che conosce la paura sopravvive"
17-04-03 COMPRENSIONE: "Comprendere gli altri esseri umani e' intelligenza: comprendere se stessi e' saggezza"
14-04-03 PREVENIRE: "Affronta le cose prima che si manifestino, metti in ordine prima che si manifesti il caos"
07-04-03 NON AGIRE: "Perdere e perdere fino ad arrivare al non agire. Non facendo nulla, nulla resta incompiuto"
03-04-03 VERITA': "La nostra vita e' lo strumento mediante il quale compiamo esperimenti con la verita'"
27-03-03 RELATIVITA': "Quando tutto il mondo riconosce il bene come tale, allora nasce il male"
24-03-03 TAO: "Chi sa vincere non ha bisogno di dar battaglia: chi sa guidare gli altri si mette al loro servizio"
21-03-03 VISIONE: "Tieni stretta la grande immagine e il mondo verra' a te. Verra' senza danno e trovera' pace"

mercoledì 19 settembre 2007

Compleanno

6 commenti - [Leggi tutto]
Alla fine della fiera, come d'altronde era previsto, ho passato martedi' principalmente finendo qualche lavoro e facendo qualche spesa in giro. Nel pomeriggio sono stato anche dal batterista dei Fiaba (Bruno Rubino) per sistemare la sua connessione adsl, e in giro per qualche altra faccenduola.
In origine in serata sarei dovuto salire dalle parti di Giardini Naxos per incontrarmi con un amico, ma a causa della stanchezza ho declinato l'invito e mi sono limitato a rimanere a casa a guardare un po' la televisione (peraltro non c'era una mazza), prima di concludere la serata davanti al computer in attesa di andare a dormire.
Dato che non sono nuovo ad Homerate di ogni genere (da quelle stupide fino a quelle pericolosette), l'altra notte mentre concludevo la lettura della posta elettronica (distribuendo il dovuto giro di coccole a Oscar), ho letto la nota di un cliente che mi ha ricordato un appuntamento per mercoledi'. Dovevo cercare un manualetto che sapevo di avere di lato da qualche parte, per cui prima di coricarmi ho ravanato nel cassetto ricercandolo. Data la quantita' abnorme di mondezza che c'era al suo interno, ho cominciato ad estrarre carte e cimeli vari. Nel cassetto c'erano anche alcuni dei vecchi strumenti per alcuni giochi di prestigio che avevo parcheggiato li' da tempo (diciamo da quando ho tralasciato i giochi di prestigio per dedicarmi anima & corpo all'escapologia), fra questi mi salta fuori il kit (uhm: se vi dico il contenuto del kit svelo il trucco) per attraversare un palloncino con uno spillone. Dalla scatoletta zompa fuori un palloncino bianco, dimenticato la' dentro da almeno tre anni (ecco: come si dice in questi casi "non provateci a casa").
"Uhm..."
Guardo Oscar, poi Lucky che mi aspetta accanto al cuscino, poi gli do una mezza gonfiata (con buona fatica) e lo guardo in trasparenza verso il lampadario; c'e' una macchietta bianca al centro vicino a dove era rimasto piegato.
"Ma si, chissene! Funziona".
Gonfffffff*SPAM*!
Manco meta' del suo diametro e... si sbrindella! Un paio di schegge si lanciano verso il lato opposto della camera, mentre un'altra scheggia mi frusta due millimetri sotto l'occhio destro [fiuuu, meno male che c'avevo gli occhiali! ((-: ].
Ma vaff! Oscar e Lucky si mettono a ridere [io - invece - mi sono pure preso un maligno E-: ] e come se non bastasse Lucky mi prende in giro per buona parte della notte {'sgraziato [ma glielo do io di fare il fifone da oggi! (eccerto: continuo a farglielo fare, l'ho detto che sono un tonno riomare...)]}.
Mercoledi' mattina invece ricomincio a lavorare con un giro non indifferente di appuntamenti, chiamate, richieste, etc.
Mi sento con FC (il farmacista) che mi dice di essere libero perche' oggi ha donato il sangue e mi invita ad andare a casa sua per cena.
Dopo una giornata a dir poco infernale scendo a casa intorno alle 19:30. FC e moglie mi hanno regalato un orsacchiotto verde morbidissimo (uhm, piu' che "mettero' una foto" devo decidermi a fare la scheda di ogni orso...), ne approfittiamo per qualche discussione, poi ceniamo e infine (mentre ci raggiunge SS), consumiamo la visione del divertentissimo film "L'alba dei morti dementi", con la serata conclusa alle 23 circa.
E domani, si continua col solito tran-tran lavorativo. Ora vado, che gli orsi mi chiamano e vogliono fare amicizia col nuovo cucciolo. Yaaaaaaawn.

Barea!

0 commenti - [Leggi tutto]
Eccheschifo, stamattina il tombino di fognatura di fronte alla porta dell'ufficio sta riversando tutto il suo contenuto in strada... ma si puo' cominciare la giornata cosi'?

AGGIORNAMENTO: alle 11:30 e' venuta la ditta di spurgo, vediamo che succede, va.
AGGIORNAMENTO 2: ore 12:20, hanno finito e il rischio di una poco gradevole eruzione in ufficio e' stata scongiurata. (-:

lunedì 17 settembre 2007

Io l'ho detto, voi non ci credevate

7 commenti - [Leggi tutto]
E' buio, non vedo le pareti, ma so di essere in una stanza, molto grande.
Sento piangere sommessamente, cammino verso quella direzione, il pianto si fa piu' vicino, comincio a correre.
C'e' un bambino, seduto per terra, lo intravedo nella luce. Sta singhiozzando ma l'avermi visto lo fa calmare un momento.
Mi guarda, poi singhiozza: "Mi avete lasciato da solo."
Io: "Ma no. Io sono qui, e non sono da solo."
B: "No, non e' vero, mi avete abbandonato, non c'e' nessuno, mi hai detto che mi avresti lasciato qui da solo"
Io: "Non e' vero, io non ho detto niente del genere!"
Mi avvicino. Nell'oscurita' vedo poco questo bambino, ma l'impressione che ho e' che non ha colore, come se stessi guardando un film in bianco e nero.
B: "Io sono da solo. Al buio. Ho paura. Perche' mi avete abbandonato qui?"
Io: "Io non ti ho abbandonato, sono qui. Non aver paura."
Mi avvicino, gli tocco la spalla e intanto ravano alla ricerca di un accendino, ma mi rendo conto di essere in pigiama: "Aspettami qui, anzi no, vieni con me."
Cerco di convincerlo ad alzarsi, a seguirmi, ma non vuole venire, non demordo e lo prendo in braccio, lui protesta e continua a piangermi sulla spalla, pero' mi abbraccia mentre ritorno da dove ero venuto.
Io: "Deve essere qui intorno, lo so."
B: "Non e' vero! Non e' vero! Non c'e' nessuno, mi avete lasciato qui, sono da solo, mi hanno lasciato qui! Lo so, me l'hanno detto che e' cosi'!"
Io: "Chi ti ha lasciato qui, da solo?"
Il bambino continua a piangere, io comincio a correre. Incespico e cado sul ginocchio sinistro [un dolore della madonna (ma chi ha detto che nei sogni non si prova dolore?!)], poi mi rialzo e continuo a correre: "Dobbiamo uscire da qui, vedrai: c'e' luce fuori".
Intravedo qualcosa sul fondo della stanza, comincio ad intravedere la parete.
E' un orsacchiotto, uno della mia collezione, o almeno mi sembra. Sembra Lucky, ma anche lui ha un colore ingrigito nell'oscurita'.
Io: "Lucky, sei tu?"
L'orsacchiotto rimane seduto con la schiena contro la parete, immobile, raggelato nell'espressione sorridente di un semplice giocattolo. Mi avvicino lentamente.
Improvvisamente il bambino comincia a colpirmi sul petto, gridando: "Noo! Vai via! Allontanati! Non e' quello che sembra! No! Ti prego! Scappiamo prima che sia troppo tardi!"
C'e' qualcuno. O qualcosa. Non capisco, ma ho paura. Sento che c'e' qualcosa dietro di me, il bambino si divincola e si gira verso di me, poi si gela in un espressione di puro terrore, guardando appunto qualcosa dietro di me, in alto (o qualcosa di *gigantesco* e *terrificante* dietro di me). Non riesco a guardare dietro di me (paura, principalmente, non oso girarmi), ma prendo di nuovo il piccolo e gli grido: "Stai tranquillo, non e' niente!". Mi giro verso destra per afferrare Lucky, ma sulla parete non c'e' piu' nulla.
Io: "Lucky? Ma... Un momento allora questo e' solo un sogno!"
Sento un respiro, caldo ed umido, sul collo, comincio a correre verso sinistra, rasentando la parete. Il bambino continua a piangere, gridandomi di andare piu' veloce.
Io: "Stai tranquillo, non puo' succederti nulla, e' solo un sogno..."
Mi sveglio. Sono nel mio letto. Il bambino e' seduto ai piedi del letto, e sta ancora piangendo. Mi guarda, poi mi dice solo: "Cattivo, mi hai lasciato da solo".
Poi giunge dalla destra qualcosa, qualcosa di grosso, come una mano gigantesca, adunca, sporca e grigia, e lo afferra come se fosse una bambola, tirandolo via.
Mi giro di scatto e vedo solo due fessure rosse che mi guardano nell'oscurita'.

Mi sveglio (di nuovo, ma stavolta sul serio). Faccio un respiro profondo, poi comincio a ravanare intorno a me. Sento che manca qualcosa, ma non riesco a mettere bene a fuoco cosa. La proiezione dell'ora sul tetto segna le 3:50, sono sudato freddo, ma ancora non capisco se sto ancora sognando: mi rendo conto che non sento la zampina di Simon accanto a me. Accendo la luce, mi scopro e resto fermo un istante: l'orsetto non c'e'.
Guardo fuori dal letto e lui, pacioso, e' li sul tappeto, su un fianco.
Lo riprendo, con cautela, guardo il suo musetto tranquillo, poi guardo Lucky che fa capolino dalla mensola, sulla mia destra.
Io: "Eri tu, mi volevi avvertire che qualcosa non quadrava, eh? Mi sono accorto che era un sogno quando non ti ho visto piu'..."
Distribuisco una grattatina alla testa di Lucky, poi un'altra a quella di Simon, spengo nuovamente la luce e mi giro verso il muro, tenendo l'orsetto contro il petto con il braccio destro.
I miei sogni sono dei film. Spiaggie, sentieri e paesi di montagna, citta' sconosciute e persone sconosciute con cui magari condividiamo un pranzo... delle volte che sono con i miei orsetti e giochiamo o facciamo qualcosa assieme ho perso il conto.
Molto raramente ho degli incubi, principalmente legati proprio alla caduta dell'orsetto di compagnia dal letto. Se questa non e' la prova che ognuno dei miei piccoli non ha paura di affrontare e tenere abbondantemente lontani gli spiriti maligni degli incubi, voglio dire... (((((-:

sabato 15 settembre 2007

Sabato 15 - report

3 commenti - [Leggi tutto]
In mattinata, dopo essermi occupato della colazione, sono uscito per occuparmi di alcune cose riguardanti gli ultimi preparativi riguardanti la serata e gli ultimi clienti.
Sono stato a mangiare a pranzo a casa di mia nonna, poi sono tornato a casa per le ultime cose (fra cui il bucato ed una buona stirata di quello precedente), poi le ultime cose al computer, giocando nel frattempo un po' con Lucky.
Verso le 14:30, in preda ad una incomparabile stanchezza, mi sono steso sul letto assieme a Lucky, ma non sono riuscito a chiudere occhio fino alle 17:30 (un po' di nervosismo per via della serata e un buon caffe' che ho preso dopo pranzo, comunque...), per cui ho passato buona parte del pomeriggio steso sul letto coccolando Lucky, prima di alzarmi, stendere le lenzuola che nel frattempo avevano concluso il giro in lavatrice, e dare acqua alle piante.
Poi sono uscito per passare da Marco (Cellularservice) per un caffettino e gli ultimi accordi sulla serata, mentre ne approfittavo per sentire anche Franci78 [la cui telefonata si e' aperta con la sirena di un'ambulanza, talmente forte che mi sono allontanato il telefono dall'orecchio e in negozio da Marco l'hanno sentita tutti (credevo che sarebbe uscita dal telefono!)], NR (che purtroppo a causa di un torcicollo non e' potuto passare) ed ES (che doveva scendere da Catania, dato che era andato a prendere suo figlio in aeroporto, che e' stato a passare qualche giorno con alcuni parenti del nord).
Sono sceso da mia nonna per portarle la cena, verso le 19:45 e poi sono sceso in pizzeria intorno alle 20:50. Dato che l'appuntamento era entro le 21, ovviamente fino alle 21:30 sono arrivati i vari gruppi a scaglioni (compreso FF, che non ero riuscito a ricontattare nel pomeriggio), poi ci siamo seduti ed ordinato qualche porzione di patatine mentre ES aveva gia' superato Priolo, per cui quando sono giunte le pizze eravamo ormai tutti sul posto (compreso il figlio di ES, letteralmente cotto, che si e' addormentato dopo qualche minuto).
Serata leggera, conclusa poco prima della mezzanotte. A chi mi ha chiesto perche' ho "festeggiato" il compleanno il sabato prima anziche' quello immediatamente successivo, ricordo che il sabato successivo e' quello in cui e' piu' probabile che il parentado vario si faccia sentire maggiormente e - cosi' facendo - io ed ES (che facciamo il compleanno lo stesso giorno) abbiamo avuto modo di farci gli auguri con calma. (-:

giovedì 13 settembre 2007

Sabato 15 - aggiornamento

3 commenti - [Leggi tutto]
Signori per la pizzeria consiglierei Don Chisciotte (soprattutto se il film viene portato al Mignon), ma sono dubbioso proprio della fase del film, perche' essendo sabato il rischio di entrare in pizzeria alle 20 ed uscirne a mezzanotte non e' indifferente (alla fine, eventualmente al cinema ci si puo' andare domenica).
Vorrei conoscere le eventuali conferme, perche' cosi' quantomeno prenoto. Vada per la divisione "alla romana", ringraziando le mie peripezie idrauliche... (-:
La visione del film dei simpson e' legato comunque anzitutto al fatto che arrivi effettivamente (cosa che dovrei sapere domani, dato che l'uscita e' data per il 14 settembre), e comunque non e' obbligatorio rispetto alla pizzata, di cui comunque avrei piacere di avere un po' di amici/clienti/colleghi presenti.
Chiamatemi, fatemi sapere.

PS: Aggiornamento: la pizzeria che intendevo e' "Don Chisciotte", che si trova in cima a viale Cadorna, dato che mi riferivo a quella vicina al Mignon. Sta da vedere se hanno portato il film al Mignon, se no si fa solo pizzata e basta (-:

PS2: Il film non e' stato portato (fanno ancora chella boiata di "Shrek Terzo", per cui si conferma la sola pizzata, appuntamento alle ore 20:30 circa in pizzeria, mi faccio sentire in caso di altri problemi).

mercoledì 12 settembre 2007

Sabato 15 si allontana lentamente ed inesorabilmente

2 commenti - [Leggi tutto]
Mi hanno preventivato alcune riparazioni idrauliche dell'ufficio: 380 monetine da un euro... )-:
Temo che per la pizzata dovremo fare alla romana, e per il cinema pure... diciamo che comprendero' chi - a questo punto - non dovesse confermare la propria presenza alla serata.
Ma porca miseria perche' non si smette mai di spendere denari? Quando potro' godermi un po' dei miei non lauti guadagni?

[Parentesi quadra: voglio farlo anch'io, ma non come un montaggio chroma key (-: ]

martedì 11 settembre 2007

Vita di coppia, prostituzione, sessualita'

2 commenti - [Leggi tutto]
Ieri mi sono intrattenuto con un cliente mentre gli sistemavo il computer, in questo frangente abbiamo discusso un po' del piu' e del meno.
Il cliente, felicemente sposato e con figli, mi parlo' di alcuni siti di incontri on-line, usati moltissimo da ragazze dell'Est Europa o del Brasile, che successivamente comminano incontri presso i "loro" appartamenti (di fatto si tratta di bugigattoli che le ragazze prendono in affitto "stagionale" per tirare su un po' di soldi prostituendosi, come d'altronde ci aveva mostrato tempo fa una puntata de "Le Iene").
Queste ragazze vendono il loro corpo, un po' come faceva Bocca di Rosa, in cambio di denaro, ma lo fanno soprattutto volontariamente, e non sfruttate da altri.
Ora, io ho sempre considerato un atto di grande ipocrisia la mercificazione del corpo umano ma, andando sul discorso in leggera controtendenza non critico chi ha scelto personalmente (e - soprattutto - senza sforzi, minacce, sfruttamento etc) la via della prostituzione.
Mi inquieta non poco la prostituzione minorile diffusa in paesi "del terzo mondo", con le vivide immagini di ragazzine brasiliane che vivono nelle favelas, intervistate da giornalisti che vogliono mettere in evidenza una crisi in cui questa forma di prostituzione e' la punta dell'iceberg. Tempo fa una puntata di - non mi ricordo, credo "Le Iene" - intervisto' una ragazzina di quattordici anni che vive in una favela con la nonna. Il padre arrestato per non si sa bene quale reato quando lei era piccola, la madre morta di stenti. La ragazzina, a quattordici anni e con una bambina piccola di pochi mesi, spiegava al giornalista come l'unico modo di tirare avanti fosse proprio quello di prostituirsi.
Certo: il governo brasiliano si sta impegnando molto su questo argomento, da una parte per contrastare il turismo sessuale e - soprattutto - quello pedofilo, dall'altra affinche' siano forniti degli aiuti (non solo economici) a chi si e' trovato costretto a scegliere questa strada.
Ma dopo questa breve digressione, voglio tornare un attimo al discorso di prima: il cliente e' stato ad alcuni di questi "incontri intimi" con ragazze straniere. Mi dice tranquillamente che capitano spesso (anche piu' di una volta al mese) e - soprattutto - che trova normale fare uso del Viagra o di qualche astruso derivato (Vigorin o Levitra), acquistati tranquillamente on-line.
Un'altra digressione. In prossimita' dei miei 18-vent'anni, in uscita dal liceo scientifico, quando ancora ero fidanzato, quando c'era una comitiva piu' o meno affiatata (e c'erano discussioni soprattutto sull'uso di sostanze alcoliche), mi ricordo che c'erano due linee di tabu'.
Anzitutto mai visto educazione sessuale al liceo {e la rimpiango, credetemi [l'unico fattore di "studio" fu in anatomia: maschietti a studiare l'apparato riproduttivo femminile (siore e siori, ben 2 capitoli di libro, 80 pagine), femminucce con quello maschile (appena 7 pagine); ma di riproduzione, stimolo, differenti tipi di orgasmo, etc, manco chiedessimo la ricetta per fare una bomba atomica]}, e tutto cio' che riguardasse l'argomento sesso (dalla sessuologia alla sessualita') era pressoche' intoccabile; non solo dai docenti, ma persino dagli studenti stessi. Al liceo siamo partiti come 13-14-enni nel pieno di tempeste ormonali, probabilmente ci massacravamo tutti di pugnette, ma figurarsi se qualcuno lo avrebbe mai ammesso.
Un distributore di preservativi nel bagno? Ma manco fosse droga. Non fosse che gli spinelli nei bagni dei ragazzi giravano regolarmente (quasi giornalmente si sentiva da uno dei bagni proferire il classico odore dolciastro), che quelle volte che giravano dei preservativi donati da qualche associazione culturale, meta' degli studenti dell'Einaudi (eravamo piu' di ottocento persone, mica bruscolini, eh?) ritornava bambino e si ritrovava a smazzare grappoli di palloncini giganti all'uscita dalla scuola, e dico io: ma che schifo! Unti di oli lubrificanti, passati di disinfettante e spermicida e io dovrei portarmene uno alla bocca?
Tornando alla linea iniziale, i due tabu' erano che al liceo non si parlava di sesso, e figurarsi di protezione. Al mio ultimo anno di liceo suppongo che buona parte delle nostre compagne di classe prendessero la pillola. Lo ammise solo una.
Quanto a me, che praticavo gia' allora sesso sicuro (per i rischi legati alle malattie, per rispetto alla mia partner e perche' non mi sembra ci si debba vergognare ad ammettere di usare il preservativo), non ho idea di quante volte gli amici volevano mandarmi in farmacia perche'... a loro dire avevo abbastanza faccia tosta da prendere o richiedere una specifica scatola di profilattici [preferivo quelli normali, con serbatoio: niente stimolantiperlei-ritardantiperlui, profumati, dolci, amari, commestibili (!!), vibranti o antani della supercazzola]: bonta' divina: nessuno ad ammettere di avere problemi con l'alcol, e a 17-18-19 anni per fare sesso sicuro si pratica solo il self-service?
Una ragazza prossima ai 17 anni rimase incinta in una scuola superiore siracusana [mi confermo' la notizia mia madre perche' - come assistente sociale - stava seguendo il caso, ma non mi diede nessun'altra informazione oltre a "si, e' vero" (no, non vi dico in quale, non fu l'Einaudi, quantomeno)].
Una volta il tabu' era andare a comprare preservativi, ora quello fuori dal mondo sono io che non vado a pu%%ane, e che per di piu' devo anche caricarmi di sildenafil per evitare di pagare per una defiance.
Beh, metto subito in chiaro una cosa: come ho detto, nel criticare la mercificazione del corpo umano, non critico comunque la scelta che hanno fatto singole donne di offrire il proprio corpo; pero' per quanto se ne possa dire, resto del parere che il sesso debba essere il collante di un rapporto di coppia, non gia' una valvola di sfogo verso istinti e pruriti inconfessabili. Io lo dico con il cuore in mano: non potrei mai andare con una donna che so che mi si offre per lavoro, e al solo pensiero credo che non mi potrebbe venire in aiuto neppure il Cialis, altro che Viagra & Levitra dei farmacisti on-line.
Quasi rimpiango il buon Salvo Veneziano, che alla prima edizione del Grande Fratello (discutibile come trasmissione, ma quantomeno i primi dieci ragazzi dato che non avevano molte idee al corredo forse sono stati i piu' sinceri) confesso' che dopo aver fatto sesso con la moglie, se ne andava quindi da parte e si masturbava un paio di volte perche' aveva bisogno di scaricarsi. Forse quello che manca ad un po' di gente e' che ogni tanto sarebbe utile farsi meno seghe mentali e praticarne ogni tanto qualcuna fisica, piuttosto che alimentare un mercato che - purtroppo - solo in parte e' gestito da "professioniste autonome". Quantomeno non c'e' il rischio di mandare a $donnine_di_facili_costumi anche la famiglia...

lunedì 10 settembre 2007

Prossimamente trentuno

2 commenti - [Leggi tutto]
Martedi' 18 e' il mio compleanno. Nell'augurarmi che non succedano altri incidenti con gli scarafaggi come l'anno scorso, e dato che un compleanno che cade di martedi' rischiamo (io e Oscar, ovviamente) di passarlo solo in compagnia della collezione di orsi, ho pensato bene di anticipare qualche attivita' ludica a questo sabato (15 settembre), con la proposta di una pizza e la visione del film dei simpsons al cinema (sempre che non combinino spostamenti dell'ultimo momento).
Vi faccio sapere come mi organizzo a giorni, qui sul blog stesso. Comunque l'idea dovrebbe essere questa. Io posso offrire una pizza & una bevanda (e il cinema) a ciascuno, ma devo prima fare una verifica delle risorse disponibili [nel caso vi offro o la cena o il cinema... vi faccio sapere (-: ].
Ditemi che ne pensate o fatemi sapere se volete venire, commentando il blog oppure chiamandomi in orario di lavoro (lun-ven 9-13 e 15-19) in ufficio, 0-931 702 385 (solo la mattina) o al cellulare, 3-931 702 385 (anche di pomeriggio).
Serata tranquilla, eh? Niente torta, dolci, giocattoli, regali, palloncini [che poi finisce cosi' (((-: ], fuochi, etc. etc. etc. ((-: solo pizza & cinema.

venerdì 7 settembre 2007

Gadget per le cinture di sicurezza

0 commenti - [Leggi tutto]
Solo quattro parole:

IO VOGLIO QUESTO GADGET!



[Peccato che - purtroppo - sembra si tratti solo di uno scherzo...]

mercoledì 5 settembre 2007

Report vacanze - ritorno e rientro

0 commenti - [Leggi tutto]
[e con questo articolo si concludono le mie ferie. Prossimo giro l'anno prossimo]

Domenica 2 settembre
Nel corso della mattinata mi sono occupato delle valigie, poi ho seguito mio cugino EJ presso il Brico-Center di Pergine per le ultime cose in cui mi ha chiesto un consiglio riguardo la casa da affittare, poi siamo rientrati in tempo per organizzarci per partire. Siamo andati a Sporminore (in Val di Non), in un locale specializzato in tortello di patate, dove dopo una mangiata veloce ho salutato tutti ed ho preso strada in direzione di Bologna.
Sono entrato in autostrada verso Rovereto, dopo aver ronzato sulle statali per un po' in direzione sud seguendo sul canale 5 del CB che cosa c'era a livello di traffico, poi appunto ho preso la barriera Rovereto Nord e mi sono diretto verso Modena e poi Bologna. Dato che la fila a Borgo Panigale e' sempre improponibile esco a Casalecchio e mi dirigo in stazione da una via un po' piu' breve e meno trafficata, con l'ottimo risultato di arrivare in stazione intorno alle 18. Il carico auto sarebbe previsto per cominciare verso le 18:45, ma gli operatori sono gia' presenti, per cui sono il terzo a caricare.
Scendo in stazione, evito le decine di persone che - come sempre - girano per la stazione chiedendo l'elemosina con il classico trucco gia' collaudato di fare la parte del turista americano che capisce poco l'italiano e parla solo newyorkese stretto (molti che non conoscono l'inglese rinunciano, qualcuno al massimo arriva a chiedermi "one euro?").
Scopro (con disappunto) che adesso per andare al bagno si devono pure pagare 70 centesimi, pero' quantomeno il bagno risulta molto piu' pulito del solito.
Poi finalmente mi reco sul binario 8, dove faccio una pausa per mangiare qualcosa e poi resto in attesa del treno.
Ed ecco il primo imprevisto: un EuroStar per Roma (partenza prevista dal binario 8 alle 20:20, arrivo del nostro treno da Venezia alle 21:14) rimane fermo sul binario mentre una decina di agenti di polizia perlustra il treno. C'e' qualcuno che e' morto durante il viaggio, per cui si deve attendere l'arrivo dell'ambulanza nonche' il nulla-osta per la partenza, che avviene miracolosamente alle 21:10 circa, per cui dopo pochi istanti giunge il nostro treno senza che lo abbiano spostato al binario 1 o peggio.
Nello scompartimento (un T3) c'e' solo un altro compagno, ed il conduttore mi spiega che saremo soli perche' il terzo posto non e' prenotato (meglio: staremo piu' larghi), pero' il mio compagno scende a Catania assieme a me, per cui non avro' un po' di tempo per stravaccarmi. (-:


Lunedi' 3 settembre

Dormo bene, poi in mattinata mi sveglio come sempre alle 6:30. Per miracolo (anche se per sicurezza, visti i trascorsi, mi sono portato appresso due bustine) il conduttore ha a disposizione il the, per cui posso fare colazione con calma con un the incandescente e biscotti dell'EuroSpin che mi sono portato da Trento.
Giungiamo intorno alle 8 alla stazione di Bagnara Calabra. Mentre scendo per fumarmi una sigaretta, dopo dieci minuti di fermo, mi chiedo da quando la "Freccia della Laguna" ferma a Bagnara.
Dopo qualche minuto ecco il secondo imprevisto: mentre gli altoparlanti informano inutilmente che i treni provenienti da entrambe le direzioni (nord e sud) subiscono ritardi crescenti, il capotreno ci informa che l'EuroStar per Roma proveniente da Villa San Giovanni, a Scilla ha investito una persona, che per fortuna non e' morta sul colpo e quindi mentre e' in ospedale dobbiamo attendere il nulla-osta per lo sblocco della linea.
Dopo un'altra ora trascorsa in stazione, grazie alla radio di qualche viaggiatore che prende un paio di stazioni locali, veniamo a conoscenza del fatto che si trattava di una donna straniera (rumena), e che e' morta in ospedale a seguito dei gravi traumi riportati ma, soprattutto, che sebbene sembra che l'incidente sia ascrivibile ad una leggerezza della donna (aver attraversato i binari per raggiungere un treno locale senza accorgersi dell'approssimarsi dell'ETR), la polizia scientifica non ci vede chiaro (d'altronde in quella zona non sono stati rari i tentativi di suicidio, uno peraltro e' quello che e' costato il tour de force del 2005...), per cui riassumendo partiamo alle 10:40 circa, passando mooooooooolto lentamente accanto all'EuroStar (che staziona in parte infilato in galleria, in parte fuori), e arriviamo a Villa San Giovanni alle 11 passate (avremmo dovuto traghettare alle 8:45), dove ci tocca anche aspettare che il traghetto giunga e scarichi il treno che ha trasportato. Quantomeno nel frattempo il personale di assistenza distribuisce delle bottigliette d'acqua.
Finalmente traghettiamo, poi il viaggio continua lentamente e fiaccamente fino a giungere a Catania, dove scendo e - per prima cosa - mi fiondo all'ufficio accoglienza (al contrario di meta' dei passeggeri che si accalca in biglietteria); giungo davanti alla porta e intravedo due scrivanie gia' occupate ed una terza libera, ma con la signora che sta parlando al telefono, per cui mi fermo rimanendo in attesa ma, dopo qualche istante, la signora mi fa un cenno gentile invitandomi ad entrare.
Signora: "Buongiorno, mi dica, la posso aiutare?"
Io: "Salve, sono uno dei passeggeri del 1931..."

Interviene di colpo un collega della signora, che era dietro di me.
Collega: "Ah, e' arrivato finalmente? Datemi le chiavi che vado subito al binario!"
[Non so a fare cosa sia andato, dato che non mi risulta abbiano distribuito altri generi di necessita' (anche perche' altrimenti una brioche e/o un panino l'avrei preso comunque, mica ne perdo il diritto perche' sono sceso dal treno: sono quasi le tre e saremmo dovuti arrivare alle 12:16, stando al biglietto)], e compilo la documentazione per la richiesta di risarcimento da ritardo.
Infine mi dirigo al terminal Auto-al-seguito, dove ci tocca aspettare un sacco di tempo perche' da una parte si stanno ammucchiando anche gli utenti che devono fare il carico auto per la partenza del pomeriggio (gia' rinviata su altri carri auto, parcheggiati lateralmente, dato che di solito si usano gli stessi che arrivano la mattina), e dall'altra hanno staccato i carri auto dal treno quasi subito ma hanno impiegato oltre 20 minuti a portare le auto al terminal.
Per accelerare la situazione, alcuni di noi (fra cui io) salgono direttamente a bordo anziche' aspettare che sia il personale a fare singolarmente e un po' alla volta la manovra di scarico, ma quando parto da Catania sono comunque le cinque.
Mi fermo al "Torero" per mangiare qualcosa, dato che per pranzo ho tirato giu' l'ultimo micropanino avanzato proprio per questa evenienza, e infine giungo a casa alle 19 passate, giusto il tempo di scaricare i bagagli e fare una doccia prima di fiondarmi sul letto ufficiale, circondato dai tutti i miei orsacchiotti ufficiali. (-:


Martedi' 4 settembre

Sebbene ufficialmente debba rientrare domani dalle ferie, nel corso della giornata di oggi ho dovuto fare parecchia roba.
Anzitutto sono salito a Priolo da un cliente che mi aveva rintracciato in reperibilita' per un problema molto rognoso al suo software di gestione di fatturazione e magazzino; successivamente sono stato chiamato da FC per verificare la sua ADSL assieme al tecnico che - finalmente - Telecom ha deciso di mandare (guardacaso intorno all'una e mezzo del pomeriggio), e ne approfitto per mangiare insieme a lui.
Intorno alle 15 parto per casa di un altro amico, che mi ha chiesto una mano per un paio di problemi con la connessione ADSL (ma guarda un po' che combinazione) e qualche altra fesseria, cosa che mi tiene coinvolto fino quasi alle 18, quando mi raggiunge telefonicamente MR (della Protezione Civile) per annunciarmi che a causa di un grosso incendio nella zona industriale c'e' la richiesta di intervento da parte della prefettura.
Volo a casa, indosso la divisa e aspetto che MR passi a prendermi, parto bardato anche di giacca, radio portatili e lampadone LIDL da 4 milioni di candele, dato che non sappiamo se per caso ci tocchera' anche fare notte.
I pompieri ci mandano a gestire i "piccoli" incendi che ci sono in provincia dato che le loro squadre sono impegnate con la zona industriale, quindi con la squadra saliamo prima a dare man forte all'autobotte dalle parti dell'AvioClub in zona Rinaura, poi veniamo mandati ad Avola, dopo il Castello Crisilio; infine rientriamo a Siracusa in attesa di altre notizie, ma ci fanno sapere che per il momento non ci sono altre emergenze e che quindi possiamo concludere.
Per strada si intravede l'eruzione dell'Etna cosi' vicina che i colleghi a bordo del fuoristrada sono piu' propensi a pensare o alla luna che sta salendo o, piuttosto, ad un incendio sui Monti Climiti (ed invece poi viene confermato anche dai pompieri che il vulcano e' in piena attivita' magmatica... ragazzi lo si vedeva dalla strada della Marchesa di Cassibile...).
Rientrati in sede, finalmente veniamo liberati e MR mi invita ad andare a mangiare un boccone a casa sua. Rientro a casa stanchissimo e - intorno all'una - spengo la luce con la sveglia che mi aspetta per domani mattina alle 6 come tutti i giorni (e con la visione di He-Man dato che Ghostbusters e' finito, e hanno ripreso a fare il Principe Argai ma lo fanno verso le 12:40)...
Per ora e' tutto, ora si avvicinano molte cose per cui mi organizzero' con calma. (((-: