sabato 12 luglio 2008

Quattro anni, cinquecento articoli, ma quanto rompi Grizzly!

Ho visto troppe guerre-lampo condotte male, ma non ho mai saputo di un'operazione militare abile protratta nel tempo a lungo.

Voglio partire da questa frase di Sun Zu, tratta da "L'Arte della Guerra". Voglio partire da questa frase perche' da un lato quel testo e', nonostante la sua eta', molto attuale, e anche perche' in fondo in questa frase si vede un po' anche quello che e' l'equilibrio di un Blog.
Il mio blog festeggia quattro anni, e festeggia con questo che leggete (avrei voluto festeggiare incastonando anche un mio filmato su youtube, ma il tempo e' poco e non so se ci arrivero' o meno...) i suoi primi 500 articoli.
Molta acqua e' passata sotto ai ponti. Come ho gia' detto tante volte, io ho cominciato a coltivare questo Blog quasi per gioco, e tuttora lo considero solo un hobby; certamente un hobby che, nel tempo, mi ha dato moltissime soddisfazioni, non solo personali.
Il mio nome e' Mirko, ma tutti quanti mi chiamano Grizzly. E questo non perche' io senta il bisogno di "nascondermi" dietro uno pseudonimo, al contrario: semplicemente mi piace farmi chiamare cosi', e non sono il solo che e' noto piu' con il suo pseudonimo che con il suo vero nome. In passato feci mia una frase, una "dichiarazione" di indipendenza fra due esseri diversi, ossia il "Mirko" che si incontra di persona, rispetto al "Grizzly" che si poteva incontrare sul mondo della rete [no: non sto parlando di internet. Ricordate che sono un cosi' vecchio bacucco dell'informatica che quando ho iniziato a parlare di reti, la grande rete era Fidonet, e quelle locali erano le LAN-Twinax (Token-Ring)]: la frase in oggetto altri non fu che "Il mio avatar e' diverso da 'io'".
Come si e' esposta questa filosofia? Semplice: ho soppresso il mio io e lasciato che il mio avatar avesse il sopravvento. Ho abbandonato il cliche' di persona che deve rapportarsi con gli altri mantenendo certi livelli anche di intelletto: io amo essere me stesso, e mi piace farmi accettare in quanto singolo, piuttosto che in quanto pedina uniformata al coro.
A distanza di quattro anni, sono cresciuto. E come sono cresciuto io, e' cresciuta la mia esperienza e - soprattutto - l'esperienza del mio avatar, che avrebbe sostituito il mio io.
Tuttavia come sono cambiato io, e' cambiato anche il mondo, ed e' cambiata la blogosfera. In meglio, magari, ma forse anche in peggio. D'altronde ne' io ne' la blogosfera dobbiamo dare seguito a qualcuno, e se in questi anni anche i Blog hanno trovato modo di cambiare, decisamente e' un pregio.
Ma tante cose sono successe in questi giorni, troppe per lasciare il Blog appeso in attesa di preparare come si deve un messaggio che fosse compleanno e completamento delle prime cinquecento parti del mio intelletto, e mi sembra il caso di interrompere il silenzio e cominciare a parlare, con lo stile che mi ha contraddistinto proprio in questo campo.

E parlero' di iPhone, perche' mi sono rotto le scatole di sentirne parlare dappertutto, di sapere da radio e televisioni che ci sono le file per comprarlo e che e' il telefonino del futuro. Per cosa? Per il display 3d? E poi? Un amico che lo ha preso mi ha detto che non e' vero quello che dico e che e' un telefono magnifico, bellissimo etc. etc. e di provare a dimostrargli il contrario.
Io: "Uhm, sai, ho qualche prova qui, sul mio telefonino Nokia 6680, un 3G che ha gia' un paio d'anni... dunque, magari potrei mandarti questo MMS che[modo Dr="House"]OPS! Scusa! Dimenticavo[/modo]... allora potresti installarti questo magnifico programma gratuito che ho realizzato la settimana scorsa in java[modo Dr="House"]OPS! Dimenticavo! Non ha la firma digitale della Apple: non si puo' installare: c'e' il DRM[/modo], beh magari potrei passarti questi brani mp3 che ho registrato con un amico, cosi' poi li fai sentire in giro e ci fai un po' di pubblicit[modo Dr="House"]Diavolo! Non stavo pensando che, come l'iPod, se gli passi un brano MP3 poi sei in grado di ascoltarlo solo sul computer in cui l'hai passato e solo sul tuo telefono, o che disdetta![/modo]. Uhm, no, temo di non avere buoni motivi per possedere quella roba, cosi' come non voglio un iPod o altre fesserie plasticose targate Apple[modo Dr="House"]Oh la la! Ma tu volevi sapere perche' non lo reputo un buon prodotto! Eh, no... non ho come farti vedere certe cose[/modo]..."
(Se non bastasse, cito anche questo sito)
E con questo spero che l'argomento sia finito, se voglio un telefono col display touch coccoloso mi prendo un terminale OpenMoko, che oltre a fare le stesse cose dell'iPhone, costa un po' di meno (come la Guida Galattica per Autostoppisti, decisamente piu' economica della Grande Enciclopedia Galattica) e, soprattutto, non ha il TPM e una distesa di lucchetti degna della miglior sfida al miglior successore di Houdini.

Parlero' di Gianfranco Funari, perche' lo inserisco in un triangolo composto da lui, Enzo Biagi e Indro Montanelli, che in un modo o nell'altro hanno fatto la storia del giornalismo in Italia. Perche' personaggi di questo calibro cominciano a scarseggiare radicalmente, e temo purtroppo che ne avremo molto bisogno, soprattutto in questo particolare momento politico italiano.

Parlero' di Flavio, per ricordare che sette anni fa ha concluso la sua vita sull'asfalto della strada di ritorno da Cassibile, e che nonostante tutto molti di noi sentono la sua mancanza.

E, infine, citero' anche il fatto che mia madre e' partita per Trento, ed io adesso sono a casa da solo, che mi arrabatto sul lavoro cercando anche di conciliare le esigenze della protezione civile, sebbene l'amarezza che sto provando in questi frangenti mi riporta ad un passato in cui e' stato piu' utile allontanarsi.

Ma con questa breve conclusione, stacco. Perche' sono stanco ed ho bisogno di riprendere il controllo del Blog, a distanza di alcuni giorni dalle ultime novita'.

9 commenti:

Francesco ha detto...

Tanti Auguri Grizzly!

E mi associo ... IPhone Me%%a!
Possiamo fare solo i complimenti alle operazioni di marketing ...

Ciao e a presto ;)

Noy a.k.a. Manah ha detto...

Allora altri 500... 1000... 1000000 di questi post, che mi piace leggere nei momenti in cui cerco arguzia ed un minimo di cervello (ho scritto un minimo eh, non esagerare :-)
Fammi dirne una su questo iPhone. Sai che sono di parte quindi non mi dilungo, d'altronde non si può porre freno alla tua anima open source.
Potrei, proseguendo la frase di Francesco, che questo telefono ha almeno (e sottolineo ALMENO) un gran pregio: quello di smuovere le acque dei produttori davvero troppo poco innovativi. Come lo scorso anno con iPhone 2G, i vari Nokia e Samsung correranno ai ripari, perché un milione di iPhone in un WE sono davvero difficili da digerire!
Ancora auguri per l'anniversario!

Grizzly ha detto...

Calma, riconosco che la Apple ha fatto un gran trascinamento di folle, ma devo anche dire che fenomeni come l'iPod sono piu' mediatici che innovativi in se'. Sono prodotti con un buon marketing, e questo e' innegabile, ma non cosi' innovativi come vorrebbero far credere (gli mms sui telefonini cellulari ci sono da prima del 3g, crisbio!).

E comunque ho un nokia 6680, mi ci trovo benissimo, lavoro con un nokia 1208 e da ora in avanti per me i cellulari sono principalmente nokia, perche' hanno il miglior rapporto qualita'/prezzo e soprattutto solidita' (-:

Francesco ha detto...

Ed io che sono ancora un felice possessore di un 6630? :P

Secondo me, comunque, la vera innovazione ci sara' quando uscira' il nokia morph ... (magari!)

Noy a.k.a. Manah ha detto...

Concordo pienamente con l'usabilità, la modularità e l'adattabilità degli smartphone Nokia. Il mio N95 non mi fa infatti rimpiangere l'iPhone, anzi...
Però non capisco questa caspiterina di diatriba degli MMS. Ma non servono solo ai ragazzini?? A parte che rispetto ad un SMS costano una patacca! Sì e no in vita mia ne avrò spedito 2-3, per motivi professionali servono le email, meglio se "push"!
Inoltre non comprendo chi non capisce che l'innovazione di Apple alcune volte non sta nella tecnologia adoperata, ma nell'ottimizzazione del prodotto, nel renderlo usabile e (soprattutto) nel farlo diventare ACCESSIBILE A TUTTI. Sì perché, che lo vogliamo o no, il fenomeno dei lettori mp3 è esploso con Apple. E la telefonia avanzata votata alla navigazione adesso pure, con iPhone.
Prima di Apple tutto sembrava addormentato.
Concordi?

Grizzly ha detto...

Però non capisco questa caspiterina di diatriba degli MMS. Ma non servono solo ai ragazzini?? A parte che rispetto ad un SMS costano una patacca!
Perche' non concepisco come innovativo un prodotto che non e' neppure in grado di implementare il protocollo GSM nella sua interezza, anzitutto. Via MMS posso anche riceverci il telegiornale...

per motivi professionali servono le email, meglio se "push"!
Scusa, no, dico, scusa. Io nel 2001 lavoravo presso un noto provider internet italiano, ho avuto in prestito per un paio di settimane il Blackberry 7290. Gia' allora (e parliamo di quasi otto anni fa) parlavamo di e-mail push. Io quello che dico e' che l'unica innovazione che vedo e' che un prodotto ripieno di drm ha avuto un buon marketing ed un buon successo. Mi sta bene, ma io aborro gli apparati di tal genere: non comprero mai un iPod, un iPhone, un iCaz o un iQualsiasiCosa. E non perche' sono un geek dell'open source, ma perche' non vedo tutta l'innovazione che vuole farmi credere la Apple...

Noy a.k.a. Manah ha detto...

Ripeto tutta la tiritera sull' "accessibile a tutti"? No, te la risparmio, che ti voglio bene :-D
Il mondo è bello perché è vario.

Francesco ha detto...

Accessibile a tutti?
A quel prezzo?

... eh no, mi dispiace, non sono d'accordo!

Grizzly ha detto...

Mamma mia! Basta! (-: Faro' un articolo dedicato a perche' considero le "iNovita'" discutibili e avrete tutto il tempo e lo spazio per controbattermi e pestarvi. ((-:
Comunque:
@noy: l'accessibilita' dell'interfaccia e' tutta da vedersi, e non citarmi *quel* filmato della vecchiarda che e' stato smascherato; PS: il mio nokia 6680 con il TALKS&ZOOM e' di certo un tantinello piu' accessibile, dato che puo' essere usato dai ciechi. ((-:
@franci78: in questo caso il problema e' il latrocinio autorizzato delle societa' di telefonia mobile italiane.
@entrambi: Zomunque (come diceva il buon Asbesto) cio' non cambia che *io* non comprero' mai un iPod, iPhone, iPorc, iCaz, iEtcetera... per cui non vi pestate troppo ((-: