domenica 28 agosto 2016

VOGA2016 - Weekend in relax: festa scatenata! 28/31

0 commenti - [Leggi tutto]


#VOGA2016 Weekend in relax: *FESTA* *SCATENATA*!!
SÌ: MUSICA A TUTTO VOLUME!
[musica elettronica dall'autoradio]
La trovate sul doobly-doo e la trovate sulla scheda: in Creative Commons.
Scherzi a parte (uuu!), allora: è possibile rilassarsi ad una festa scatenata? Beh, secondo me da una parte no, dall'altra... perché sto gridando così? Ho abbassato il volume, aiuto!
Da una parte non è possibile rilassarsi in una festa scatenata, però dall'altra è possibile quantomeno divertirsi in una festa scatenata. E comunque ci può stare una festa di fine estate, visto che ormai siamo al 28 di agosto, quindi siamo alla fine di agosto: per cui questa sera anche io - probabilmente - mi divertirò con gli amici in una festa scatenata!
E tu che cosa fai per finire quest'estate, per finire quest'agosto? Anche se il VOGA non è finito: fammelo sapere con un commento qua sotto, fammi sapere se per un weekend di relax ci può stare anche una festa scatenata.
Io sono Grizzly, questo è VOGA2016: noi ci vediamo domani!

VLOG 131: Raccolta differenziata - Organico

0 commenti - [Leggi tutto]


Benvenuti a bordo viaggiatori, sono Grizzly, questo è Diario di Viaggio on the road edizione agosto 2016: raccolta differenziata. Oggi parliamo di residuo organico.
Il residuo organico è quella parte che va nei rifiuti che ha un'origine organica (è di origine animale, di origine vegetale): bucce di frutta, residui di carne, di pesce etc., gusci di uova, frutta secca e via discorrendo.
E rientran nella grande famiglia dell'organico anche quelli che sono gli sfalci di potatura, quello che rimane nel tosaerba dopo aver sistemato il prato e via discorrendo.
Solo che in alcune città il residuo organico viene raccolto "tutto assieme", in altre città (per esempio in alcune parti della provincia di Trento: questo - generalmente - comunque avviene in molte zone di campagna, in molte zone rurali) si ha il residuo organico "umido", che è quello che viene dalla cucina, e il residuo organico "secco", che è quello che riguarda la potatura, i rami secchi etc.
E c'è una differenza molto importante, anche perché generalmente il residuo organico umido viene utilizzato per produrre del compost, attraverso la procedura del "compostaggio", mentre il residuo organico secco può o essere mescolato a quello umido nella produzione di compost (in una certa percentuale) oppure, se è residuo organico secco molto specifico (soprattutto residui di legno e residui di potatura) può essere disseccato e utilizzato per produrre un particolare tipo di combustibile: si può produrre la segatura pressata, si può produrre... si può produrre anche il classico "pellet" dal residuo di potatura (dal residuo organico secco).
C'è un pellet di tipo ecologico, oppure ci sono appunto delle segature ecologiche o come uso come combustibile, o come uso per altre caratteristiche: si può utilizzare la segatura per gli animali, si può utilizzare per tantissimi fattori.
Diciamo che quello per cui è più diffuso è - appunto - l'utilizzo come combustibile primario.
Il residuo organico umido (quindi il residuo organico con i fondi di cucina) è la parte - tra le altre cose - che produce l'odore più forte all'interno dei rifiuti, e quindi è anche un rifiuto estremamente complesso da lavorare, perché per produrre compost dal rifiuto organico, che lo si faccia in una compostiera o che lo si faccia in un impianto di compostaggio, si deve lasciare completamente inacidire il rifiuto, quindi producendo una sorta di "fermentazione aerobica" (non è proprio una fermentazione, però in parte è anche una fermentazione) in presenza di ossigeno, in presenza di umidità, per molto tempo: generalmente la "maturazione" avviene dopo circa un mese e mezzo~due mesi. Se si ha una compostiera in casa, il processo può essere un pochino più veloce (o un pochino più lento): dipende da molti fattori, dai fattori ambientali etc.
E appunto la cosa interessante è la compostiera in casa, perché il compost lo si può produrre anche in casa propria, soprattutto se si ha un orto, o se si vive non in città (magari in un ambiente fuori dalla città dove si ha a disposizione un giardino).
E la cosa interessante è che moltissimi comuni sostengono questo discorso della produzione del compost: addirittura ci sono posti che se volete produrvi il compost in casa, vi forniscono gratuitamente l'attrezzatura, le istruzioni, la compostiera, che è questo particolarissimo bidone in cui si può caricare dall'alto e dal basso (perché si deve poter girare il compost una volta ogni tanto).
Molto interessante perché: che cos'è il compost?
Il compost è una sorta di terriccio: è un terriccio e fertilizzante, ed è un fertilizzante molto funzionale, perché è un fertilizzante che è in grado di restituire al terreno tantissimi minerali, tantissime sostanze, è in grado di restituire anche un sottoprodotto di bioflora, quindi di batteri che si sviluppano durante la fermentazione e durante il marcescimento della sostanza (del residuo organico), e quindi di nuovo stiamo parlando di un prodotto che, anziché diventare un rifiuto, diventa una risorsa perché il compost una volta ottenuto può essere rivenduto.
Come dicevo, il problema del residuo organico è che è anche la parte che produce più cattivo odore durante la fase di marcitura. E per questo ci sono dei trucchi che si applicano, per esempio quando si fa il compost in casa si tende a non mettere residui alimentari come carne o pesce (perché sono quelli che producono più cattivo odore): si tende a lasciare - non so - residui di frutta, residui di verdura. Magari uno glielo può mettere, però dev'essere consapevole del fatto che poi puzzerà.
E dove ci sono invece grandi impianti di compostaggio, si tende a costruire degli impianti che lavorano in modalità che si chiama "a depressione", cioè la pressione all'interno dell'impianto è più bassa della pressione atmosferica che c'è all'esterno, in maniera tale che l'apertura delle porte non provochi la fuoriuscita di cattivi odori, e generalmente la depressione si ottiene con dei meccanismi che aspirano l'aria, la filtrano e la immettono nell'ambiente, particolarmente filtrata in maniera tale da abbattere completamente gli odori della marcescenza (della fermentazione) del rifiuto.
Ora ultima nota: il compost generalmente quando viene raccolto dal comune per essere portato all'impianto di compostaggio, viene raccolto in appositi contenitori e di solito si conferisce dentro sacchetti di carta, tuttavia è possibile utilizzare per il compostaggio i cosidetti "sacchetti di plastica ecologica", che sono di plastica compostabile, perché sono sacchetti - generalmente - a base di mais: sono biodegradabili e quindi possono essere conferiti nell'impianto di compostaggio, quindi è possibile utilizzare questi sacchetti anche per produrre il compost.
Bene, io ho concluso. Come sempre vi ricordo di farmi sapere se nella vostra città c'è la raccolta del residuo organico umido e del residuo organico secco, se c'è solo la raccolta del residuo organico, se non c'è la raccolta del residuo organico.
Se voi, invece, avete una compostiera in casa: come sempre fatemelo sapere con un commento e parliamone.
Bene, io sono Grizzly, come sempre vi ricordo di fare pollice-in-alto, condividere questo vlog con i vostri amici (anche su Whatsapp o Telegram) e iscrivervi al mio canale YouTube (e seguirmi sul mio canale Telegram).
Detto questo: grazie e noi ci vediamo domenica prossima.
Ciao a tutti!

sabato 27 agosto 2016

VOGA2016 - Spesa: supermercato "di marca" o discount 27/31

0 commenti - [Leggi tutto]


#VOGA2016 Spesa: supermercato "di marca" o discount?
Nel mio caso - maggiormente - l'hard discount, per tantissimi motivi.
Innanzi tutto, sicuramente, perché intorno a casa mia ci sono ben CINQUE hard discount di cinque grandi catene differenti.
Inoltre nel corso del tempo ho avuto la possibilità di provare un po' tutti i loro prodotti (alimentari e casalinghi) e di determinare un po' qual era la qualità, qual era il miglior rapporto qualità-prezzo.
Però non tutta la mia spesa viene dall'hard discount: ci sono ancora alcuni prodotti per cui preferisco scegliere il prodotto per così dire "griffato" (il "prodotto di marca") e quindi vado nel supermercato "di marca".
Ma diciamo che la maggior parte della mia spesa, la maggior parte della spesa alimentare e della spesa per quanto concerne i casalinghi, avviene soprattutto negli hard discount.
Almeno: questo è quello che succede con me. Tu, invece? Preferisci maggiormente il discount? Preferisci maggiormente il supermercato di marca? Fai un po' e un po'? Ci sono dei prodotti specifici che preferisci prendere al supermercato di marca? Ci sono dei prodotti specifici che preferisci prendere al discount?
Non lo so: fammelo sapere con un commento qua sotto.
Io sono Grizzly, questo è VOGA2016: noi ci vediamo domani.

venerdì 26 agosto 2016

VOGA2016 - Acquisti: negozi o mercato settimanale? 26/31

0 commenti - [Leggi tutto]


#VOGA2016 Acquisti: negozio o mercato settimanale?
E ovviamente mi riferisco a ogni genere di oggetto: dai vestiti ai componenti elettronici. Ora, da una parte io sono un grande "aficionado" dei siti che vendono dall'estero (soprattutto dalla Cina: da ebay, a Banggood, a Tomtop etc) e ho comprato tantissima roba (soprattutto componentistica elettronica) all'estero, però - particolarmente per quanto concerne la componentistica elettronica - guardo innanzi tutto all'affidabilità che voglio e alla sicurezza che voglio su questa componentistica, quindi per alcune cose (come lo smartphone o come le telecamere) preferisco acquistare in Italia e avere la «garanzia italiana», l'assistenza etc.
Mentre per la tecnologia "spicciola", per le cose sulle quali voglio sperimentare, sono aperto all'acquisto ai mercati rionali, sono aperto all'acquisto nei negozi di cinesi, sono aperto all'acquisto direttamente in Cina.
Ovvio che quando vado a comprare qualcosa "in Cina", sono anche consapevole del fatto che ci sono dei tempi di consegna che possono allungarsi fino a un mese e oltre.
Quindi forse il problema più che altro è quello: cerco anche di fare in modo di considerare quanta "urgenza" ho nell'avere un determinato componente. Magari mi accontento a pagarlo un pochino di più, però so che è qui in Italia (o che è qui in negozio): lo prendo subito, piuttosto che aspettare un mese~un mese e mezzo che mi arrivi dalla Cina.
Questo è quello che penso. Ho comprato anche vestiti su internet, quindi tutto sta a diversi fattori. E tu, invece? Per gli acquisti scegli il negozio, oppure il mercatino settimanale? O il negozio on-line? Non lo so: fammelo sapere con un commento qua sotto.
Io sono Grizzly, questo è VOGA2016: noi ci vediamo domani!

giovedì 25 agosto 2016

VOGA2016 - Cosa ti annoia o infastidisce profondamente? 25/31

0 commenti - [Leggi tutto]


#VOGA2016 Cosa ti annoia o ti infastidisce profondamente?
Beh, più che di «noia», voglio parlare proprio di fastidio: di una cosa che m'infastidisce fino al profondo dell'anima, ed è l'IPOCRISIA, che è una cosa - purtroppo - enormemente dilagante, soprattutto negli ultimi anni (nell'ultimo anno in particolar modo).
È una cosa che si sta vedendo tantissimo nella politica di tantissimi paesi e nel comportamento di tantissimi personaggi coinvolti nella politica.
È una cosa che mi da veramente tantissimo fastidio: la aborro perché con l'ipocrisia si fa tanto di quel populismo, si diventa "famosi" solo gettando fango e discredito sugli altri: una cosa che trovo veramente terrificante.
E almeno: questo è quello che penso. Ma tu invece, cosa mi dici? Che cosa ti annoia o t'infastidisce profondamente? Parliamone nei commenti qua sotto.
Io sono Grizzly, questo è VOGA2016: noi - come sempre - ci vediamo domani, ciao!

mercoledì 24 agosto 2016

#VOGA2016 addon: un messaggio per il terremoto

0 commenti - [Leggi tutto]


Ciao a tutti, sono Grizzly.
Innanzi tutto, come cittadino italiano e come volontario di protezione civile ci tenevo a esprimere tutta la mia solidarietà e vicinanza ai familiari delle vittime e ai feriti del terribile sisma che ha colpito il centro Italia.
In questo momento che sto registrando il video le notizie sono ancora poche e frammentarie, c'è una situazione molto complessa, quindi rimarrò "collegato", cercherò di capire come si svilupperanno le cose, anche perché è molto probabile che ci sarà un coinvolgimento della protezione civile nazionale, e quindi è molto probabile che ci sarà un coinvolgimento anche di noi volontari, magari qui in Sicilia: vedremo come si muoveranno le cose. In base a quelle vi farò sapere se ci sarà, appunto, questo coinvolgimento, se succederà qualche cosa particolare.
Detto questo, prima di concludere: sì, oggi è andato in pubblicazione l'argomento VOGA che era "L'ultima cosa che ti ha fatto ridere di gusto". Un'amara ironia mi ha fatto pensare a questo argomento più di un mese fa, per programmarlo giusto oggi. E naturalmente non vuole essere un modo di "ridere della tragedia", bensì di non pensare alla tragedia e cercare di avere un sorriso amaro, cercare di "andare oltre" alla tragedia, perché è inutile stare lì a fermarsi, a guardare "Ok: è successo questo": l'importante spesso è alzarsi le maniche e cercare di andare avanti.
Noi italiani siamo stati spesso colpiti da queste tragedie e siamo sempre riusciti ad andare avanti, ed è importante - secondo me - sottolineare la forza che ci spinge ad andare avanti giorno dopo giorno. È la forza della solidarietà che ci ha spinto e ci spinge sempre in questi gravi casi a dare il meglio di noi stessi.
Quindi ci tenevo - diciamo - a dire tutto questo. Bene, io sono Grizzly e noi ci vediamo alla prossima su questo canale.

VOGA2016 - L'ultima cosa che ti ha fatto ridere di gusto 24/31

0 commenti - [Leggi tutto]


#VOGA2016 L'ultima cosa che ti ha fatto ridere di gusto.
Ora: su YouTube ci sono dei canali che mi fanno sempre ridere tantissimo (come John Oliver o Channel Awesome) e, in questo caso, mi riferisco proprio a Channel Awesome: alla classica "Nostalgia Critic", perché le puntate di Nostalgia Critic mi fanno sempre ridere tantissimo, ma questa - nonostante la lunghezza (credo sia più di 30~35 minuti, forse anche 40 minuti) - l'ho dovuta mettere in pausa tantissime volte, perché proprio c'erano momenti che mi mancava anche il respiro!
E se non l'hai vista, questa te la segnalo: è la recensione di Nostalgia Critic di «Jurassic World», te la lascio sul doobly-doo, la trovi anche sulla scheda. Dagli un'occhiata: è divertentissima!
E tu, invece? Qual è stata l'ultima cosa che ti ha fatto ridere, proprio, di gusto? Fammelo sapere con un commento qua sotto.
Io sono Grizzly, questo è VOGA2016: noi ci vediamo domani!