martedì 17 maggio 2005

Telefono Waitec e-zi phone per skype

Come molti saprete gia', da quasi un anno sono un soddisfattissimo utente skype (uibbs2, qualora vogliate contattarmi) e sin dai primi giorni ho anche iniziato ad usare il servizio skypeout, per chiamare la rete fissa.

Dato che sono un comodista, ma anche un classicista ed ho odiato fin da subito i programmelli VoIP che ti costringono ad usare la cuffia e il microfono del computer [per cui ho digerito con difficolta' il programma skype. Perche'? provate voi ad ascoltarvi un bel cd di musica new age interrompendolo ogni 10 minuti perche' il cacofonico squillo di skype vi sfonda i timpani] ho potuto usare un certo interesse presso un programma che mi consentisse l'uso di interfacce esterne a misura d'uomo.

Stamattina ho comprato il microtelefono usb waitec che si interfaccia a skype e consente di spostare l'uso del programma a) fuori dalla scheda sonora e b) fuori dal computer a prova di imbranati.

telefono usb


Come funziona? Un'analisi veloce.
Le chiamate ai contatti sono possibili usando la funzione "Assegna composizione rapida" di skype, che permette di assegnare un numero (da 00 a 99) ad ognuno dei contatti. Componendo sulla tastiera del telefono quel numero breve e premendo il tasto di chiamata, se il contatto e' on-line skype effettua una chiamata p2p, altrimenti effettua una chiamata al primo numero telefonico registrato come dell'utente (es. il cellulare).

Per le chiamate "standard" di skypeout l'unica rottura di scatole e' quella di ricordarsi di comporre 0039 prima di prefisso e numero. Skype infatti non supporta in nessun modo l'inserimento di un prefisso automatico qualora le chiamate non siano ad un numero che comincia con "00".

Il sistema funziona egregiamente sotto windows, per mezzo di un programmino aggiuntivo (skypeline) che si interfaccia direttamente come modulo dell'eseguibile di skype.

Sotto Ubuntulinux, invece, al momento ho qualche problema a farmi rilevare correttamente l'interfaccia dal kernel. In questi giorni cerco bene le notizie e le informazioni da seguire per collegare correttamente l'interfaccia anche a Linux e per farla interagire con il programma stesso.

Unico problema del sistema: la cornetta e' fornita priva di qualsivoglia supporto a muro/tavolo/etc per cui io pensavo di utilizzare del quantomai classico velcro per "pinzarla" al case.

(Ah, cosa bellissima: quando arriva una chiamata la cornetta "squilla" come un normale telefono...)

1 commenti:

Fabrizio M. ha detto...

Grizzy fammi sapere se riesci a fare andare il telefono sotto linux: ho intenzione di prenderlo anch'io.